3 dicembre 2016

Calcio – Lega Pro, Pesante ko interno per la Lupa Roma contro il Prato

(AFA) APRILIA, ITALIA 7 FEBBRAIO 2016- CALCIO 21a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI LEGA PRO 2015/16 DEL GIRONE B: LUPA ROMA FC Vs PRATO.(foto di Fabio Alfano)

 

Era la gara che poteva segnare la svolta in casa Lupa Roma ma, al termine dei 95 minuti di gioco, la formazione di Cucciari esce sconfitta 2-1 restando così mestamente al penultimo posto in classifica con 12 punti totali. Un match che la Lupa Roma avrebbe potuto indirizzare in modo diverso se Perrulli al minuto 15 del primo tempo avesse trasformato il calcio di rigore concesso dal sig. Boggi di Salerno. Ma il calcio è anche questo e dopo il penalty fallito dal numero 10 della Lupa Roma, la partita è stata contrassegnata da episodi che hanno permesso al Prato di restare prima in superiorità numerica e poi siglare il primo ed il secondo gol che alla fine sono valsi i tre punti per la squadra toscana.

La Lupa Roma si presentava di fronte al Prato rispolverando il 4-3-3 con il ritorno dal 1’ di Celli (da terzino sinistro), la conferma in cabina di regia di Volpe e il tridente composto da Perrulli, Fofana e Cristiano. I padroni di casa partono subito fortissimo e si rendono pericolosissimi dopo appena 2 minuti con Fofana che, servito in profondità da una lunghissima rimessa laterale di Celli, s’invola verso la porta avversaria e, da posizione defilata ma favorevole, conclude a rete trovando però la pronta risposta di Bardini che devia la sfera in calcio d’angolo. All’8’ altra ottima opportunità per la Lupa Roma: Perrulli allarga perfettamente il pallone da sinistra a destra pescando Cristiano che, in modo altrettanto pregevole, crossa in mezzo per Zappacosta, il quale, di testa, chiama nuovamente Bardini all’intervento in presa. La formazione di casa prende il sopravvento e al 15’ ha la grande opportunità per indirizzare il match a proprio favore: Fofana (autore quest’oggi di una prova superlativa) si libera come un leone in area di rigore e viene steso da Boni in area. Nessun dubbio per il direttore di gara che assegna il penalty alla Lupa Roma ammonendo il centrale difensivo del Prato. Sul dischetto si presenta Giampietro Perrulli che, di destro, angola troppo la traiettoria mettendo così a lato il calcio di rigore.

I padroni di casa accusano il colpo e al 22’ si fanno cogliere impreparati da un lancio in profondità per Ogunseye che, involandosi centralmente verso la porta difesa da Anedda, viene fermato in modo falloso dall’intervento di Sfano’ che, essendo ultimo uomo, viene espulso dal direttore di gara. Lupa Roma in 10 e calcio di punizione dal limite che, calciato da Regolanti, termina in calcio d’angolo. Al 41’ ancora Prato in avanti con lo scatenato Ogunseye che, in area di rigore, viene fermato fallosamente da Celli: nessun dubbio anche in questa occasione per il sig. Boggi di Salerno e penalty che viene trasformato da Capello per il vantaggio del Prato. Si va al riposo con la formazione di De Petrillo in vantaggio e la Lupa Roma che, nella ripresa, non riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Bardini.

Al 13’ il raddoppio del Prato con Capello che, servito in area, viene nuovamente fermato in modo falloso questa volta da Daffara con l’arbitro che assegna così il terzo penalty del match: sul dischetto stavolta si presenta Giuliano Regolanti che, di destro, spiazza Anedda e realizza la rete del 2-0. Il match si accende e al 21’ la Lupa Roma ritorna a sperare con un colpo di testa vincente di Fabbro che, su calcio di punizione di Volpe, trova l’angolino giusto per il gol che riapre il match. In realtà c’è spazio solamente per un paio di timidi tentativi al 30’ con Cristiano (su assist di Zappacosta) e al 41’ con lo stesso Zappacosta con il pallone che termina però a lato. Dopo 5 minuti di recupero finisce l’incontro con la Lupa Roma che esce nuovamente sconfitta dal “Quinto Ricci” di Aprilia subendo così il suo tredicesimo ko stagionale in campionato restando in penultima posizione a 12 punti.

LUPA ROMA – PRATO         1-2

LUPA ROMA: Anedda, Daffara, Celli, Volpe, Fabbro, Sfanò, Malacarri, Zappacosta, Fofana, Perrulli (16’st Leccese), Cristiano (38’st Tajarol). All.: Cucciari. A disp.: Di Mario, Losi, Sembroni, Ippoliti, Belkaid, Cianfriglia.

PRATO: Bardini, Catacchini, Eguelfi, Cavagna, Boni, Ghidotti, Knudsen, Serrotti, Regolanti (42’st Moncini), Capello (34’st Gaiola), Ogunseye. All.: De Petrillo. A disp.: Rossi, Corvesi, Lucarini, Gabbianelli, Cela, Benucci.

MARCATORI: 41’pt Capello (P, rig.); 13’st Regolanti (P, rig.); 21’st Fabbro (L).

ARBITRO: sig. Boggi di Salerno.

ASSISTENTI: sigg. Graziano di Mantova e Bologna di Mantova.

NOTE – 15’pt Perrulli (L) calcia fuori un calcio di rigore. ESPULSO: 22’pt Sfano’ (L) per fallo da ultimo uomo. AMMONITI: Fabbro (L), Leccese (L), Boni (P), Ghidotti (P), Regolanti (P), Ogunseye (P). CALCI D’ANGOLO: 5-3 per la Lupa Roma. RECUPERO: 0’pt, 5’st.

Fonte fotografica: Alfano/Lupa Roma FC

Valerio D’Epifanio