8 dicembre 2016

A Febbraio innamorati del Museo del Sottosuolo con il “Cabaret Bizarre”e il bacio di Beatrice

Sabato 13 febbraio il Museo del Sottosuolo di Napoli ospita l’unica data italiana del Cabaret Bizarre, uno spettacolo misterioso e onirico, tra freak show, musica, circo e burlesque.

Quest’anno la notte che precede San Valentino si preannuncia decisamente diversa dal solito, grazie alla presenza di un nutrito gruppo di performer che arrivano da tutta Europa per stupire la città con le loro esibizioni. A portarli a Napoli sono le artiste di Burlesque Cabaret Napoli, ovvero Fanny Damour, Roby Roger e Sery Page, il primo collettivo partenopeo che si occupa appunto di burlesque, cabaret, teatro, danza e arti visive.

Il Cabaret Bizarre nasce nel 2006 a Basilea, in Svizzera, da qui parte per realizzare numerosi spettacoli in vari paesi, con un cast ogni volta diverso ma sempre coerente con il nome del progetto. Lo spettacolo è infatti un varietà dai toni dark che affonda le sue radici nelle opere di Federico Fellini e Bertolt Brecht, e le cui atmosfere sono a metà strada tra quelle dei vecchi baracconi da fiera e i cabaret berlinesi degli anni ‘20. In Italia, il luogo ideale per un progetto come questo non poteva che essere Napoli, da sempre crocevia di culture, dove convivono senza distinguersi l’antico e lo spirito moderno, il lazzo sardonico e il ghigno amaro, il sole Apollo e Pulcinella traghettatore degli inferi.

Il cast che si esibirà al Museo del Sottosuolo comprende artisti che arrivano sia dall’italia che dal resto d’Europa: Le Pustra (da Londra), Nightmare Vani (Zurigo), Mr. Bang (Torino), Attilio Reinhardt (Milano), Alex De Feu (Napoli), Fanny Damour, Roby Roger e Sery Page (Burlesque Cabaret Napoli), con la selezione musicale di Fabrice Noir (Basilea).

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.