11 dicembre 2016

Fiumicino – Trasporto pubblico, revocato il bando di gara

 

Sono stati revocati gli atti di gara relativi alla procedura aperta per l’affidamento del servizio per l’organizzazione e gestione in appalto della rete dei servizi di Trasporto pubblico locale integrati con i servizi di Trasporto scolastico del Comune di Fiumicino. Una revoca decisa dalla stessa Amministrazione comunale in autotutela e dettata dalla necessità di superare l’incertezza derivante dalla proposizione di lunghi, complessi e costosi contenziosi, già annunciati dalle imprese che concorrono al bando e per migliorare ulteriormente una competizione aperta, improntata a chiarezza, equità e corrispondenza tra criteri e punteggi. Così come accaduto anche per altre amministrazioni regionali e comunali, infatti, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiesto di integrare alcuni elementi per garantire al meglio i principi di parità di trattamento e della libera concorrenza. Tra i punti evidenziati anche quello della clausola sociale, considerata troppo garantista nei confronti delle persone che già attualmente prestano servizio sia per il trasporto locale che scolastico. Il Comune di Fiumicino,  quindi, dopo un’analisi approfondita e puntuale e con il fine di garantire ai cittadini il miglior servizio di trasporto pubblico locale e scolastico, ha deciso di pubblicare un nuovo bando di gara europeo. Lo farà a breve, riprendendo la precedente procedura e integrandola con alcuni elementi che l’Autorità ha evidenziato. Con l’obiettivo di dotare finalmente il nostro Comune di un servizio di trasporto moderno ed efficiente.

“Lo dico con grande calma e altrettanta chiarezza, -dichiara il consigliere Nardozzi-, “sono anni che attendiamo un trasporto pubblico degno di una Città moderna e policentrica qual è il Comune di Fiumicino. Sono anni che desideriamo pullman che rispettino gli orari, efficienti, di uno stesso colore, mezzi a basso impatto ambientale finalmente utilizzati da pendolari e studenti. Un servizio pubblico adeguato a un territorio di 80mila abitanti con linee verso i nostri istituti scolastici, ospedali e ambulatori, nodi di scambio presso le stazioni ferroviarie. Bus che rispettino coincidenze, con i quali andare al lavoro, magari dotati di pedane per i disabili. Il consigliere Gonnelli sa bene che da tanti, troppi anni tutto questo è impossibile. E lo spettacolo di pullman vuoti e semivuoti è consueto e quotidiano sulle strade di questo comune. Se oggi l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ci dà alcune indicazioni in più che abbiamo deciso di recepire per evitare ricorsi e problemi nella libera concorrenza dei partecipanti al bando europeo, dov’è il problema? Abbiamo atteso oltre 10 anni per un Tpl degno di questo nome, sono convinto che si può attendere qualche settimana in più per arrivare a un risultato decisamente migliore di quello che abbiamo ereditato”.

Il nostro bando dei trasporti non è assolutamente bocciato come afferma un esponente dell’opposizione, – ha dichiarato Giuseppe Pavinato, presidente della commisione trasporti – ma ha ricevuto osservazioni da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che stiamo provvedendo a esaminare e integrare. Chi oggi critica in modo sterile, forse dimentica che il trasporto pubblico locale del nostro comune oggi esiste, ma è come se non ci fosse, tanto che è del tutto inutilizzato. Non solo, sono stati gettati soldi al vento per un lungo periodo grazie a bandi di gara risalenti alla precedente amministrazione assolutamente privi di tutte le verifiche sulla qualità del servizio. Non a caso oggi non funziona per nulla. E sarebbe davvero il caso che chi ha avuto precedenti e importanti responsabilità di governo si chiedesse: come mai?”

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.