4 dicembre 2016

Calcio – Serie A, conferenza stampa di Mihajlovic con Montolivo e Abate prima di Milan-Udinese

Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Mister Mihajlovic, il capitano Riccardo Montolivo e Ignazio Abate nel corso della conferenza stampa di viglia di Milan-Udinese:

MISTER MIHAJLOVIC

“Bacca per noi è un giocatore fondamentale, il nostro capocannoniere, quando gli capita la palla gol la mette in rete. Per noi è importante, bisogna continuare così. Deve migliorare nel fraseggio con i compagni, ma non voglio che vada troppo, deve restare tra i due difensori centrali. Ho sempre detto che i nostri tifosi sono caldi e giustamente esigenti. Sta a noi giocando di riuscire a riportarli allo stadio. Saremo contenti se verranno sempre di più e ci sosterranno come sempre. Dobbiamo essere noi a dagli l’imput per stare vicino alla squadra. Sarà una partita insidiosa, l’Udinese gioca meglio fuori casa. Vogliamo chiudere bene la settimana con una terza vittoria. Sono sicuro che la squadra sta crescendo in autostima e fiducia e voglio che salga anche come voglia di migliorarsi e vincere. Vincere è bello, continuare a vincere lo è di più. Questo entusiasmo va bene solo se resta unito a fame e concretezza. Penso che siamo migliorati. A Palermo anche se gli spazzi erano intasati abbiamo giocato. Non dobbiamo fare un possesso palla sterile, ma che porti a fare gol. Dobbiamo avere pazienza, fare bene la fase difensiva e poi sbloccare la partita. Su Bonaventura vediamo. Farà l’allenamento poi decidiamo.Balotelli è migliorato un po’, ma è ancora lontano dalla condizione migliore. Non è pronto a partire dall’inizio, ma può essere, come tutti, determinante anche a gara in corso. Quando sta bene è determinante, può esserlo anche quando non sta bene per le qualità che ha. Dipende da lui. Honda si è sempre allenato bene. In quel momento in cui Honda non giocava era perchè non mi soddisfaceva. Ora sta giocando anche bene, aiuta molto la squadra. Come detto dopo il Frosinone, se gioca così gioca sempre. Noi in questo campionato abbiamo perso un po’ di punti per strada e non potevamo più permettercelo. Per fare il salto di qualità va fatto nella mente, nell’atteggiamento. I ragazzi hanno capito ed è stato un ottimo primo tempo. Poi il secondo tempo abbiamo gestito la gara, anche troppo per i miei gusti perchè dovevamo chiuderla, ma non abbiamo rischiato nulla. Noi giochiamo sempre per vincere e per attaccare. Siamo una squadra offensiva che gioca e crea. Spero che anche domani creeremo occasioni e saremo cinici per sfruttarle. Se ripetiamo le ultime prestazioni il risultato sarà una conseguenza. Per me sono tutti importanti. Tutti devono essere importanti e sentirsi pronti. Dopo l’allenamento decideremo chi giocherà. Se cambio cambio pochissimo.Bertolacci è un giocatore importante, quando è stato in condizione non ha avuto continuità perchè si è fatto male. Lo considero un titolare. Se giocherà, forse anche domani, farà la sua partita come sempre. Mi hanno fatto piacere le parole di Piersilvio Berlusconi, la stima è reciproca. Sono convinto di piacere anche al Presidente, visto che mi ha scelto lui. Io ho stima dei nostri arbitri e penso siano i migliori, possono sbagliare come tutti. Ho parlato solo una volt perchè c’erano troppi sbagli in una partita, ma può succedere. Non cerco alibi perchè l’arbitro non ci ha dato un rigore o annullato un gol. Ogni partita succede qualcosa, ma alla fine episodi favorevoli e sfavorevoli si pareggiano. Menez è con noi, è una soluzione in più, ma è ancora fuori condizione. Se Bonaventura non dovesse giocare ci sono tre soluzioni, Boateng può essere una di queste. Luiz Adriano sta recuperando, sente ancora dolore, oggi ha ripreso a correre. Non è a disposizione, speriamo di recuperarlo il prima possibile.”

RICCARDO MONTOLIVO

“Siamo pronti a reggere la pressione della classifica. E’ sbagliato fare tabelle. Bisogna incanalare tutte le energie di partita in partita. Una cosa fatta bene può essere sempre fatta meglio. Questo dev’essere il nostro obiettivo. Sia noi che i tifosi viviamo di serate magiche come il derby. Forse non succedeva dal 2-0 in casa contro il Barcellona. Credo questa squadra sia pronta per riportare la gente allo stadio. Bonaventura ha molte situazioni al limite perchè puntare l’uomo è la base, i contatti sono tanti, i falli fischiati e no sono tanti, ma è perchè il suo modo di giocare prevede molto l’uno contro uno.”

IGNAZIO ABATE

“Sicuramente Honda è un ragazzo molto intelligente, si mette sempre a disposizione del gruppo. In questo momento è tutta la squadra che sta facendo bene. Non abbiamo fatto ancora niente, siamo sulla strada giusta e dobbiamo continuare così. La vicinanza dei tifosi ti fa dare qualcosa in più. Ma dobbiamo essere concentrati su domani. Per me non è merito solo dei quattro difensori la fase difensiva. Se nel derby Niang fa quattro recuperi sulla bandierina vuol dire che è scattato qualcosa.”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.