8 dicembre 2016

San Valentino: quello che non sai della festa degli innamorati

San Valentino è dietro l’angolo: CUPONATION ha fatto ricerche nei suoi mercati di riferimento in giro per il mondo e ha compilato una lista delle curiosità da sapere a proposito di questa giornata dedicata all’amore.

Milano, 4 Febbraio 2016 – San Valentino è dietro l’angolo: questo giorno che viene tradizionalmente associato al romanticismo all’amore, in altre parti del mondo è un momento per mostrare affetto alla famiglia ed agli amici. CUPONATION, start up del colosso tedesco Rocket Internet, dal 2014, in Italia, ha fatto ricerche nei Paesi dove opera in giro per il mondo e ha compilato una lista delle curiosità da sapere a proposito di questa giornata dedicata all’amore.

I best-seller di San Valentino

La popolarità della festa degli innamorati. Uno studio condotto dal portale di couponing online, CUPONATION (www.cuponation.it ), in 17 paesi del mondo, mostra un significativo incremento rispetto agli anni passati, pari al 500%, degli acquisti online, per quanto riguarda l’acquisto di fiori e regali nella settimana di San Valentino.

Solo nel giorno di San Valentino, i fioristi vendono tanto quanto farebbero in una settimana. Nel 2014 i Cargo di Lufthansa hanno trasportato 1000 tonnellate di rose in Germania, che pesavano all’incirca come 1000 automobili. Oltre ai fiori, dal 2015 le fotografie e tutti i prodotti legati ad esse hanno acquistato molta popolarità tra i regali per la festa degli innamorati. Viaggi e vacanze, inoltre, crescono tendenzialmente in questo periodo: una fuga romantica è uno dei regali preferiti per questa giornata. Alcuni dei presenti più gettonati sono gli articoli erotici, la lingerie e le calze per gli uomini.

Come si festeggia il giorno di San Valentino da Oslo a New Delhi?

Sapevate che per San Valentino vengono spediti all’incirca 180 milioni di bigliettini? Questo dato rende il 14 febbraio l’evento più festeggiato dopo Natale.

In molti paesi, San Valentino rimane la festa dell’amore e un’opportunità per passare il tempo con il proprio partner. E’ il caso della maggior parte dell’Europa e del Nord America. In Francia, la festa degli innamorati è molto popolare: secondo una ricerca fatta dal magazine Biba, il 60% dei francesi la festeggia. Lo stesso accade in Spagna, Messico, Italia e persino Singapore, dove questa tradizione è cresciuta nel corso degli ultimi anni. In Germania, dove il giorno di San Valentino è arrivato ufficialmente insieme ai soldati della Seconda guerra mondiale, si dà ancora un significato religioso a questa festa: molte Chiese cattoliche offrono messe in cui, dopo il sermone, le coppie vengono benedette.

In India, il giorno di San Valentino sta diventando popolare nelle grandi città, mentre nelle aree rurali non è una tradizione ben vista, dal momento che viene percepita come una tradizione occidentale. Una situazione simile si può trovare in Russia, dove si festeggia soprattutto nelle aree urbane, ma anche qui sta perdendo terreno. Tuttavia, può capitare che in alcune scuole od organizzazioni del paese si possano trovare delle scatole in cui lasciare delle “valentinka”, cioè delle lettere rivolte al/alla proprio/a amato/a.
Anche in Australia questo evento è dedicato all’amore, inteso in maniera più ampia. Non si celebra soltanto quando si è in una relazione romantica, ma anche quando si vuole dimostrare il proprio affetto a familiari ed amici. Questo è un trend che sta crescendo ed oltrepassando i confini.

Il San Valentino scandinavo: una celebrazione dell’amicizia?
La Scandinavia è un buon esempio di ciò. Qui San Valentino è popolare solo da alcuni anni ed è considerato essenzialmente come una celebrazione dell’amicizia.
In Danimarca, San Valentino sta lentamente prendendo piede ora e viene celebrato solo da qualche anno. In Norvegia, questo giorno ha ancora una connotazione amorosa e di solito le coppie escono per cena.
Tuttavia, in Finlandia e in Svezia non è la stessa cosa. Infatti, a San Valentino qui si celebra… l’amicizia!
In Finlandia, il significato di San Valentino è quello del “Giorno dell’amicizia”. In Svezia, invece, negli ultimi tre anni, è diventato sempre più popolare comprare regali ai propri amici, ai vicini simpatici o a qualcuno che ci ha aiutato. Quindi, che si sia o meno in una relazione, è molto probabile che qualcosa si riceva comunque!