10 dicembre 2016

Rieti – Mobilità, al via l’elaborazione del progetto di aggiornamento del PUT

 

L’assessore alla mobilità, Carlo Ubertini, comunica che il 4 febbraio è stato formalizzato il rapporto tra il Comune di Rieti e la società milanese TAU (trasporti ed ambiente urbano) per l’elaborazione del progetto di aggiornamento del Piano Urbano del Traffico (PUT).

Sempre nella stessa giornata, alla presenza dell’assessore Ubertini, del comandante della polizia municipale, dott.ssa Marta Scioscia, e dell’Ing Giorgio Morini della TAU, si è tenuto un incontro, molto partecipato, nell’ambito della prima Consulta cittadina, nel quale è avvenuta la presentazione del percorso progettuale di aggiornamento del PUT. In ordine a ciò, si è chiarito che nell’arco di 4 mesi verrà prodotta l’elaborazione del PUT, la quale da un lato risponderà a determinate linee tecniche e strategiche, d’altra parte attraverserà tanto un percorso partecipativo, quanto serrate tappe amministrative con passaggi di Giunta e di Consiglio.

Dopo trent’anni dall’elaborazione dell’attuale Piano del traffico – dichiara l’assessore Ubertini – l’Amministrazione comunale, attraverso il ricorso ad una qualificata società di ingegneria dei trasporti, produttrice di molti piani analoghi su ampia scala, mette mano alla complessiva e strutturale rivisitazione della viabilità cittadina, valutandone principalmente gli aspetti della sicurezza, dell’ambiente e della fluidità, rapportandosi all’ampiezza delle varie forme di mobilità alternativa e sostenibile. Tutto ciò si intreccia con il progetto di ridefinizione della nuova rete del TPL (trasporto pubblico locale), che attraverso l’ASM sta per avviarsi, così ridisegnando l’intero quadro della mobilità cittadina, sia in termini di diversificazione delle modalità, sia in chiave di relazione tra il trasporto pubblico e quello privato”.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.