11 dicembre 2016

Roma – Elezioni, Storace, La Destra: “Forse correrò da solo, ho il dubbio che il centrodestra non voglia vincere”

Francesco Storace, leader de La Destra, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ecg Regione”, condotta da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano ( www.unicusano.it ).

Sullo scandalo Affittopoli a Roma. “Reputo infelice la frase di Marchini sul fatto che Tronca ha scoperto l’acqua calda –ha affermato Storace-. Bisognerebbe fare un plauso al Commissario Tronca che sta cercando di mettere ordine in un caos indescrivibile. Non è la gara a chi scopre per primo il problema, ma a chi lo risolve per primo. E Tronca sta mettendo in campo tutti gli strumenti per risolverlo. Non si possono fare sconti né ad associazioni né a partiti. Da Marchini mi sarei aspettato un apprezzamento nei confronti del lavoro di Tronca. Mi sembra che si voglia coprire qualcuno visto che questa storia va avanti da 30 anni, invece Tronca non vuole coprire nessuno”.

Sul centrodestra a Roma. “Quello che sta accadendo nel centrodestra non mi piace affatto –ha affermato Storace-, vedo un’assenza di dialogo oggettivamente imbarazzante. Io domenica scorsa ho radunato centinaia di persone in piazza per renderla protagonista delle elezioni comunali. Se il centrodestra pensa di ignorare questo fenomeno e i sondaggi, io non assisterò passivamente a questo spettacolo. Non mi renderò complice di questo. Se correrò da solo a prescindere dalle primarie? Questo fine settimana lo dedicherò alla riflessione e all’ascolto di tanti amici, poi martedì dirò quello che voglio fare. Io ho sollevato da tempo il dubbio che il centrodestra non voglia vincere queste elezioni.  Io ho fatto il ministro per il centrodestra e il centrodestra privilegia uno come Marchini che è stato soprannominato Marxini e sicuramente non è di destra. La Meloni deve decidere se fare il sindaco o il leader di Fratelli d’Italia. Salvini? Non ho capito se vuole governare nel centro sud o proseguire sulla strada dell’autonomia”.

Fonte: Radio Cusano Campus