6 dicembre 2016

Frosinone – Dopo mesi di indagine arrestati gli autori di numerose rapine nei supermarket

Il 29 gennaio 2016, alle ore 12.00 circa, in Roma e Spoleto (PG), i militari dell’Aliquota  Operativa della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo (FR),  a conclusione di una prolungata e  articolata attività investigativa finalizzata al contrasto delle rapine perpetrate nel 2013, ai danni di alcuni supermercati della provincia di Frosinone, eseguivano l’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa il 25 gennaio 2016 dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone – Dr. Lorenzo Ferri, nei confronti di due uomini ritenuti responsabili dei reati di concorso continuato finalizzato alla perpetrazione di  rapine aggravate, furto aggravato,  detenzione e porto illegale di arma comune da sparo”:

  • T., 31 enne di Roma, originario di Monte San Giovanni Campano (FR);
  • A.,  31 enne di Roma, già detenuto presso la casa circondariale di Spoleto (PG).

L’Autorità Giudiziaria li ha ritenuti responsabili di cinque rapine a mano armata, rispettivamente perpetrate ai danni di  supermercati del frusinate:

  • 02.2013, supermercato “Eurospin” di Veroli (FR), 10.000 euro;
  • 02.2013,  supermercato “Sidis” di Veroli (FR), 4.000 euro;
  • 02.2013, supermercato “Eurospin” di Arce (FR),  2.100 euro;
  • 03.2013, supermercato “Eurospin” di Isola del Liri (FR),  3.100 euro;
  • 03.2013, supermercato “One Price” di Isola del Liri (FR),  600 euro. 

Le indagini, coordinate dalla Dr. Maria Pia Ticino – Sost. Proc. della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, svolte sia  mediante l’accurata e puntuale acquisizione di oggettivi censimenti areali degli indagati sia con il supporto di attività tecniche, consentivano di accertare che i rapinatori, utilizzando quale base logistica un’abitazione a Monte San Giovanni Campano (FR), nella diretta disponibilità di G.T., avevano contestualmente perpetrato anche i furti di alcune automobili utilizzate per le suddette attività delittuose:

  • Fiat Uno, rubata a Veroli (FR) il 16.02.2013;
  • Lancia Y rubata a Veroli (FR) il 27.02.2013;
  • Fiat Uno rubata a Monte San Giovanni Campano (FR) il 04.03.2013;
  • Fiat Uno rubata a Veroli (FR) il 25.03.2013.

Nel medesimo contesto investigativo veniva inoltre deferita alla competente A.G. una donna, D.S. S.  36 enne di Colonna (RM), poiché  ritenuta responsabile di concorso nella rapina perpetrata il 04 marzo 2013 ai danni del supermercato “Eurospin” di Isola del Liri (FR).

Gli Arrestati, aderendo alle disposizioni impartite dalla  competente Autorità Giudiziaria, venivano rispettivamente associati alla Casa Circondariale  Regina Coeli di Roma e Spoleto (PG).

  1. Le indagini della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo, sono state avviate a seguito della rapina perpetrata in data 27 febbraio 2013 in danno del supermercato  Eurospin di Arce. Nella circostanza erano stati acquisiti i filmati del sistema di video sorveglianza che avevano consentito l’estrapolazione di indispensabili elementi utili per la comparazione antroposomatica dei possibili sospettati.

Nella serata del 4 marzo 2013, nell’ambito di un mirato dispositivo di prevenzione e repressione attuato proprio per contrapporre una adeguato contrasto areale ai reati predatori, a seguito di un’analoga rapina poco prima perpetrata al supermercato Eurospin di Isola del Liri, i militari della Stazione Carabinieri di Arce procedevano al controllo dei prevenuti che, nella circostanza, stavano esfiltrando dalla zona a bordo di una Mercedes classe A di proprietà di G.T.. Nonostante i forti sospetti immediatamente catalizzati dagli indagati, che nella circostanza venivano trovati in possesso di una cospicua somma di denaro contante, circa 2.300 euro e di circa 70 monete da dieci centesimi cadauna, verosimilmente provento della rapina precedentemente perpetrata, non si acquisivano ulteriori gravi indizi che potessero giustificare un fermo di indiziato di delitto.

In data 25 marzo 2013, a seguito di un’analoga rapina perpetrata ai danni del supermercato One Price di Isola del Liri, i rapinatori, durante la fuga, venivano seguiti da un appartenente alle Forze di Polizia a diporto. Dopo aver lasciato la Fiat Uno rubata, i malviventi erano saliti sulla loro autovettura, una Ford Fusion, poi risultata in possesso di G.T.. Nella circostanza, rilevando la presenza dell’inseguitore, al fine di farlo desistere, lo avevano minacciato puntandogli la pistola.

La conseguente attività investigativa, focalizzata nei confronti dei medesimi soggetti, evidenziava che gli stessi erano pericolosamente inseriti nel panorama delinquenziale della periferia orientale della capitale, prediligendo proprio la perpetrazione seriale di spregiudicate rapine a mano armata ai danni di supermercati, in prossimità dell’orario di  chiusura giornaliera.

I puntuali riscontri acquisiti mediante la comparazione delle immagini delle rapine perpetrate nel medesimo periodo nel frusinate, anche in relazione al particolare modus operandi evidenziato dai malviventi attenzionati che, sebbene si servissero di autovetture rubate per la perpetrazione delle rapine,  poi esfiltravano dalla zone colpite con le autovetture nella disponibilità di G.T., permettevano di accertare che gli stessi rapinatori,  nella serata del  16 febbraio 2013, avevano spavaldamente agito, in rapida successione,  nei supermercati Eurospin e Sidis di Veroli.

Nonostante il particolare monitoraggio attuato dagli investigatori, i malviventi, in data 29 aprile 2013, venivano arrestati dagli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Roma – Casilino Nuovo, poiché sorpresi mentre stavano tentando l’ennesima rapina a mano armata ai danni di un supermercato della zona di Roma Casilina.

About Samantha Lombardi 4017 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it