8 dicembre 2016

Napoli e Juventus: prova di fuga con goleada

Il Napoli corre veloce come il vento e si sbarazza in modo imperioso anche dell’Empoli conservando il primato in classifica e mantenendo la Juventus a 2 punti di distanza; trovare le parole giuste per descrivere le imprese degli azzurri  è  realmente difficile, si corre il rischio di sembrare cronisti sfacciatamente di parte ma la realtà è che i ragazzi di Sarri, attualmente, giocano un calcio spettacolare, da stropicciarsi gli occhi. Erano anni, forse dai tempi del Milan di Sacchi, che non si vedeva una squadra così bella a vedere , con manovre spumeggianti, percentuali di errore nei passaggi intorno al 10%  , una squadra che , in pratica,  rasenta la perfezione calcistica, un esempio di  perfetta simbiosi tra giocatori e tecnico. Anche l’Empoli di Giampaolo ha dovuto subire la legge del S.Paolo , portandosi sul groppone 5 reti che hanno esaltato le doti del solito Higuain, al 22esimo goal in altrettante partite, per continuare con una punizione pennellata all’incrocio dei pali del sempre più maturo e  “maradonesco” Insigne finendo con la doppiettà dello spagnolo Callejon che , adesso, oltre al massacrante e prezioso lavoro tattico su tutta la fascia di sua competenza si è messo anche a sfornare reti. L’unico dubbio che ossessiona tifosi ed addetti ai lavori è se i partenopei riusciranno a mantenere questo livello di forma e , conseguentemente,  di gioco fino alla fine del campionato, così fosse francamente non ce ne sarà per nessuno. La Juventus, dal canto suo, continua a restare in scia inanellando la 12a vittoria di fila asfaltando anche un fin troppo molle Chievo; la facilità con cui i bianconeri si sbarazzano degli avversari fa quasi venire il dubbio che le contendenti di turno si prendano una pausa di riposo in occasione dello scontro con i Campioni d’Italia e forte nasce la curiosità di vedere  se i ragazzi di Allegri riusciranno a mostrare anche in Champions League tutta questa spavalda superiorità che impongono nel campionato nostrano. Mancini perde lo scontro diretto con il collega di sponda rossonera,  vede sempre più lontana la vetta della classifica e comincia ,seriamente, mettere a rischio la propria permanenza sulla panchina dell’Inter. La Roma festeggia la prima vittoria targata Spalletti  e si avvicina alla Fiorentina ed Inter per continuare a sperare nell’aggancio del terzo posto. Il verdetto senza appello della 22esima di Campionato è ,comunque, che la lotta per il tricolore si è ristretta ulteriormente  e vedrà solo 2 contendenti: Napoli e Juventus e vinca il migliore!