7 dicembre 2016

Jorge Lorenzo domina il primo giorno Sepang

Il Campione del Mondo MotoGP™ 2015 riprende da dove aveva lasciato: il primato. Nei primi test ufficiali sul circuito malese è il più veloce

Sepang è stato il palcoscenico del primo test ufficiale del Campionato del Mondo MotoGP™ 2016 e, i ventuno protagonisti della classe regina, sono ritornati in pista per la prima volta da novembre 2015. Il test post GP di Valencia è servito per dare solo un assaggio di come sarebbe stata la futura stagione, ma la prima di Sepang è servita anche per dare risposta alle domande di questi mesi: come avrebbero potuto mescolare le carte le novità introdotte per il campionato, centralina unica e gomme Michelin su tutte? È presto, ma la risposte date da questo lunedì possono raccontarci di poche variazioni e di un Jorge Lorenzo in linea con l’anno scorso: veloce e davanti a tutti. Il maiorchino di Movistar Yamaha ha fatto registrare un 2’00.684 come miglior tempo della giornata staccandosi di oltre un secondo dal suo compagno di squadra e rivale Valentino Rossi.

Le condizioni climatiche hanno inciso sulle prestazioni. Il caldo di fuoco con punte di oltre 50 gradi sull’ asfalto si è fatto sentire in questi primi test dove la preparazione atletica dei piloti non è ancora ai livelli ottimali e, dopo qualche giro, molti apparivano già fisicamente provati.

Nella tabella dei tempi Lorenzo è di soli 0.078 secondi più lento del suo giro più veloce qui nel 2015; con le nuove gomme e la nuova elettronica è un inizio positivo per il cinque volte iridato. Appena dietro di lui Valentino Rossi che ha completato 55 giri attestando il suo miglior 2’01.717 solo al suo 52esimo passaggio.

Le previsioni climatiche parlavano di possibili precipitazioni ma il “pericolo” test bagnati è stato scongiurato.

Non solo Lorenzo è stato il migliore sul giro secco ma il pilota Yamaha ha completando sette giri sotto i 2’02s con tre di questi addirittura a fermare il cronometro sui 2’00s. Il suo giro più veloce è arrivato al 32esimo passaggio sui trentasette effettuati, nel frattempo il suo compagno di box ha toccato il tempo di 2’01s una sola volta attestandosi costantemente sui 2’02s.

Dietro i due portacolori Movistar Yamaha Dani Pedrosa, il pilota Repsol Honda ha lavorato molto sul motore, punto debole della moto e troppo aggressivo nel 2015. L’attenzione sulla gestione della potenza è l’obiettivo dichiarato di casa HRC nella tre giorni di test malesi.

Quarto Danilo Petrucci a 1.127 secondi in più dal miglior passaggio di Lorenzo. L’italiano su Ducati ha preceduto Andrea Iannone, pilota ufficiale della scuderia di Borgo Panigale, attardato di 0.101 secondi dal corridore satellite. Sotto Iannone Scott Redding che nel 2016 sarà in sella ad un GP15 del team Ducati Paramarc. Desmosedici dell’anno scorso anche per il pilota di Vasto nella maggior parte del lavoro fatto in pista. La nuova versione 2016 è stata usata con il contagocce preferendo la raccolta di dati sul vecchio prototipo.

Hector Barbera è stato il terzo ducatista nei primi sei piloti più veloci; dietro di lui e settimo Marc Marquez che ha stabilito un 2’02.278s come miglior giro a circa un secondo e mezzo da Lorenzo. Scott Redding, Aleix Espargaró e Cal Crutchlow hanno completato la top ten tutti a due secondi dal più veloce del lunedì.

Il Rookie of the Year 2015 Maverick Viñales si è posizionato undicesimo ma 0.001s più veloce del pilota Monster Yamaha Tech 3 Pol Espargaro. Sia Espargaro sia Bradley Smith erano su moto simili a quelle che Rossi e Lorenzo hanno usato la passata stagione. Smith è stato vittima di un piccolo incidente alla curva 15 ma è rimasto illeso concludendo la giornata in quindicesima posizione.

Andrea Dovizioso, pilota ufficiale Ducati, ha trascorso la maggior parte del suo tempo sulla GP15 completando 40 giri. Alle sue spalle Yonny Hernandez di Aspar MotoGP. Fine test sfortunato invece per il suo compagno di squadra Eugene Laverty, caduto alla curva quattro si è fratturato il polso destro finendo anzitempo il suo lavoro a Sepang.

Michele Pirro ha concluso la giornata sedicesimo; il collaudatore aveva già provato il sabato e la domenica. Nel frattempo Loris Baz ha festeggiato il suo ventitreesimo compleanno con un diciassettesimo tempo finale e 58 passaggi, uno in meno del compagno di squadra Barberà.

53 giri per Tito Rabat utili per prendere confidenza con la classe regina. Con Jack Miller fuori per infortunio il team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS ha concentrato tutta l’attenzione su di lui.

Stefan Bradl e Alvaro Bautista chiudono le posizioni su un prototipo Aprilia ancora in fase di elaborazione.

Per domani è stato annunciato che anche Casey Stoner si unirà ai piloti MotoGP™. L’australiano ritornerà in pista per un test ufficiale dopo quattro anni. La diretta del secondo giorno a Sepang inizierà alle 10 ora locale e durerà otto ore.

Fonte: MotoGP.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5976 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.