Calcio – Serie A, Mancini: “#DerbyMilano una partita da tre punti”

Alla vigilia del #DerbyMilano, Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa al centro sportivo “Angelo Moratti”. Le prime domande sono tutte per il nuovo acquisto Eder: “È una grande occasione per noi di avere un attaccante diverso da quelli in rosa. Ci può dare una mano, ma non è giusto pensare che appena arrivato possa cambiare da solo le cose. Ha bisogno di un po’ di tempo per ambientarsi”.

“Sul mercato bisogna pensare a cosa sia la cosa migliore da fare. Eder è un’opzione in più, può fare tutti i ruoli in attacco e lo fa bene”.

La squadra è apparsa in calo nell’ultimo mese: “Gennaio è un mese particolare per tutti, non solo per noi. Ci sono momenti di flessione per vari motivi, ma questo capita a tutte le squadre. Speriamo di uscirne in fretta, siamo stati bravi a restare in testa fino al 6 gennaio, il campionato è ancora lungo e si possono recuperare posizioni. Bisogna continuare a lavorare, è questo che ci ha permesso di arrivare in cima alla classifica”.

“Non è successo niente di grave. Abbiamo attraversato un momento di flessione in partite in cui comunque avremmo magari meritato di più, sicuramente di non perdere. Fino a quel momento avevamo fatto cose buone ed è il motivo per cui comunque siamo ancora lì con le prime”.

Domenica è tempo di #DerbyMilano: “Non è una partita decisiva, anche se è importante. Chiaro che vincendo il derby si può ritrovare tranquillità e consapevolezza. Però è una partita che vale tre punti e che è importante per rimanere con le squadre di testa. Noi dobbiamo cercare di fare bene e di vincere questa partita pensando a quali sono i nostri obiettivi e non alle squadre che sono dietro”.

Una domanda anche sui rapporti con il presidente Erick Thohir: “Qualcuno ha scritto che ci sono problemi con il presidente, ma non è vero. Non è una persona che si agita come facciamo noi italiani se si perde una partita: sa che c’è una strada da seguire e ci vorrà un po’ di tempo. È contento di quello che abbiamo fatto fino ad oggi, il nostro obiettivo è puntare sempre al massimo per questo abbiamo un ottimo rapporto”.

Al mister viene richiesto un parere su alcuni giocatori della rosa. “Per un ragazzo non giocare non è semplice, ma Gnoukouri è arrivato in Serie A e potrà avere più possibilità. Per un ragazzo la cosa importante sarebbe giocare più spesso. Banega a fine anno sarà svincolato ma per ora è un giocatore del Siviglia”.

“Felipe Melo è un giocatore esperto che sa gestire tante situazioni. A volte sbaglia, come tutti. Non si può pensare che le cose cambino tra i giocatori se non vengono i risultati per 2-3 partite, dobbiamo tornare tutti a dare qualcosa in più se pensiamo di aver fatto qualcosa in meno nella settimana precedente”.

“Nagatomo è un ragazzo straordinario, anche quando non gioca si allena sempre con serietà. Sta facendo bene e ha la possibilità di giocare, come tutti”.

Infine, per la tv cinese Le Sports, un saluto e un augurio a Fredy Guarin: “Spero che Guarin possa fare bene in Cina, mi piace come giocatore, ha segnato nel derby d’andata e ha grandi qualità. Gli auguro buona fortuna per la sua nuova avventura in Cina. Chi gioca domenica? Handanovic, Murillo, Miranda, Medel, Brozovic”.

loading...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8352 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.