9 dicembre 2016

Copertura statue, Prof. Ferri: “Sgarbi dice cavolate, la tradizione artistica persiana non c’entra niente. Per i musulmani la religione viene prima di tutto”

Il Prof. Enrico Ferri, docente di filosofia del diritto e di storia dei paesi islamici all’Università Niccolò Cusano, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ecg Regione” su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it) .

In merito alla copertura delle statue di nudo durante la visita del presidente iraniano Rohani ai Musei capitolini. “Chi ha preso questa decisione l’ha fatto pensando di fare cosa gradita alla sensibilità dell’ospite iraniano –ha spiegato Ferri-. Sgarbi ha detto delle cavolate affermando che Rohani non è un terrorista dell’Isis e quindi non gli avrebbero dato fastidio quelle statue. Avere una grande sensibilità artistica per un musulmano, non significa anteporre questa sensibilità artistica ai principi della fede e della religione, soprattutto per un’autorità politica. Neanche si può dire che gli iraniani rivendichino la tradizione persiana perché per i musulmani tutto quello che c’era prima dell’Islam appartiene a un passato di ignoranza. L’Islam rappresenta una frattura, un’innovazione radicale rispetto al passato. Se poi sia stato opportuno o meno coprire quelle statue è un altro discorso”.

Fonte: Radio Cusano Campus

About Emanuele Bompadre 8290 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.