2 dicembre 2016

Calcio – Giovanissime Elite, Città di Ciampino, Tibuzzi: “Lodigiani? Contro le big facciamo sempre bene”

Una buona stagione finora, in linea con i programmi societari che il Città di Ciampino aveva in mente per questo gruppo. I Giovanissimi d’Elite di mister Leonardo Tibuzzi sono a metà classifica nel loro girone anche se il tecnico non sembra essere completamente soddisfatto. «Direi che il bilancio è appena sufficiente. Il gruppo alterna momenti di alto livello a inspiegabili picchi verso il basso e questo non dovrebbe succedere. Bisogna trovare la giusta continuità». Domenica alle ore 11, mentre la prima squadra sarà di scena nella delicata trasferta di Morolo, al Superga i riflettori saranno puntati idealmente proprio su questi ragazzi. «Ospiteremo la Lodigiani prima in classifica, una squadra sicuramente molto forte – spiega Tibuzzi – Ma in generale contro le “big” del girone abbiamo fatto sempre benissimo, il Tor di Quinto per esempio è caduto qui al Superga. All’andata, tra l’altro, sfoderammo un’ottima prestazione cedendo solo di misura (0-1, ndr) e quindi sono abbastanza fiducioso in una buona gara da parte dei ragazzi, che ho visto tranquilli e al tempo stesso carichi in questa settimana. Una gara come quella contro la Lodigiani è facile dal punto di vista mentale da preparare, le motivazioni saranno altissime». Il Città di Ciampino inoltre ha un’altra spinta importante: va riscattato, infatti, il tremendo k.o. di domenica scorsa. «Abbiamo perso una partita incredibile sul campo della Spes Montesacro dove conducevamo fino a dieci minuti dalla fine per 1-0, poi abbiamo preso quattro reti. E’ stato uno dei black out a cui mi riferivo in precedenza, dal punto di vista dell’atteggiamento mentale sono i maggiori difetti da correggere – rimarca Tibuzzi – Forse, però, oltre al fatto di ospitare la capolista, arrivarci dopo una sconfitta di questo tipo può essere sicuramente uno stimolo in più per tentare di riscattarsi e cancellare quella brutta figura». Per la risposta del campo non bisognerà attendere molto.