10 dicembre 2016

Autovelox: Camera, basta ad uso distorto per fare cassa

Un intervento assolutamente tardivo, dopo che per anni gli automobilisti italiani sono stati massacrati dagli autovelox. Così il Codacons commenta le mozioni approvate dall’Aula della Camera sulle iniziative relative al corretto utilizzo degli strumenti per il controllo della velocità.
Per anni gli automobilisti sono stati massacrati da questi strumenti di rilevazione della velocità, installati in modo truffaldino dietro curve o nascosti tra gli alberi, al solo scopo di far cassa e senza alcuna connessione con la sicurezza stradale e con l’esigenza di ridurre il numero degli incidenti – spiega il Codacons – Non solo. I proventi derivanti dalle multe elevate dagli autovelox, non vengono destinati alla sicurezza stradale, così come prevede il Codice della Strada, ma sono utilizzati dai comuni per riempire i buchi di bilancio.
“Noi riteniamo che gli autovelox debbano essere abbondonati definitivamente e sostituiti su tutto il territorio nazionale dal sistema Tutor – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Solo tale strumento di rilevazione della velocità, che registra i tempi di percorrenza delle auto su una determinata tratta, è in grado di sanzionare in modo certo e corretto gli automobilisti e garantire pienamente la sicurezza stradale”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5991 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.