3 dicembre 2016

Enrico Ottaviano per ‘IO SO e HO LE PROVE’

Anteprima nazionale in forma di lettura/mise en éspace eseguita da Enrico Ottaviano per ‘IO SO e HO LE PROVE’, monologo di Giovanni Meola liberamente tratto dal libro omonimo di Vincenzo Imperatore (ed. Chiarelettere), campione di vendite lo scorso anno con quasi 40.000 copie all’attivo.
Venerdì 5 Febbraio alle 21, alla Sala del Capitolo nel complesso monumentale di San Domenico Maggiore a Napoli, verrà raccontata la ‘conversione di un ex-manager bancario’ che, dopo quasi un quarto di secolo al servizio della più importante banca d’Italia, ne è uscito denunciandone tutte le nefandezze.
Un lavoro ancora più urgente in questo momento storico nel quale migliaia di risparmiatori devono fare i conti con i default dei loro istituti bancari.

note sul progetto
Il controverso mondo delle banche, dalla deregulation di inizio-metà anni ’90 agli sfracelli dell’ultima grande crisi ancora in corso.
Visto dal di dentro e raccontato senza mezzi termini e senza indulgenza, anche verso se stessi, da chi in quel mondo ha vissuto e prosperato.
Da tempo avevo voglia di affrontare un simile argomento e ora posso annunciare di avere preso i diritti in esclusiva per l’adattamento teatrale del libro campione di vendite ‘Io So e Ho Le Prove’ di Vincenzo Imperatore, edizione Chiarelettere.
Non ci sono più scuse se a raccontare certe pratiche e a denunciarle è un ex-manager bancario che di queste azioni è stato uno degli artefici al servizio di una delle due banche più importanti del paese.
Ho così deciso di portare a teatro, trasfigurandole chiaramente con i meccanismi tipici del teatro stesso, le rivelazioni che Imperatore ha messo nero su bianco come punto finale di una sorta di conversione dopo un quarto di secolo di fedeltà cieca ed assoluta ai dettami del dio-denaro, traendone uno spettacolo teatrale che vedrà la luce nei prossimi mesi.
Nel frattempo, il 5 Febbraio, Virus Teatrali presenta a Napoli l’anteprima nazionale del testo sotto forma di mise en éspace.
Interprete della lettura drammatizzata sarà Enrico Ottaviano, attore già spesso in passato con me e la mia compagnia e che a fine Aprile dirigerò di nuovo per il debutto del mio ‘Il Giorno Della Laurea’, prodotto dallo Stabile Nazionale di Napoli, in scena al Ridotto del Mercadante dal 26 Aprile.
Giovanni Meola

sinossi del testo teatrale
Enzo, di estrazione popolare, ma ambizioso, si trova al posto giusto nel momento giusto: la deregulation del sistema bancario.
Così facendo, fa carriera e soldi per più di vent’anni.
Poi… la conversione.
Che, come tutte le conversioni, è irta di ostacoli, contraddizioni, difficoltà.
Ma Enzo è ostinato e vuole diventare un uomo diverso e così passa dall’altra parte della barricata creando un’azienda che difende dagli abusi delle banche.
Così ora si trova ad accompagnare un suo nuovo cliente, un imprenditore vessato dalla propria banca ma che ha bisogno vitale di un fido, ad un incontro con una funzionaria piacente, alta e snella, una di quelle ‘serial-killer’ per le quali lui, da manager, stravedeva (‘…perché le femmine sanno come far mettere una firma molto più che gli uomini’).
Enzo riuscirà ad evitare al suo cliente la sorte che lui, inesorabilmente, faceva fare invece, a parti invertite, a imprenditori come quelli, contribuendo così alla distruzione dell’economia reale di questo paese?

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.