4 dicembre 2016

Barani, Ala: “Vergognoso se Berlusconi vota mozione dei 5 Stelle, Dante lo metterebbe nel girone dei vigliacchi”

 

Lucio Barani, Senatore di Ala, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

I verdiniani di Ala voteranno no alla mozione di sfiducia, presentata da M5S, Forza Italia e Lega Nord contro il governo sul caso Banche. “Noi abbiamo fatto della coerenza la nostra bandiera -ha affermato Barani-. Abbiamo votato consapevoli le riforme costituzionali. Io vengo da una cultura socialista craxista, ero a Rimini nell’82 quando Craxi proponeva le riforme costituzionali per togliere il bicameralismo. Ci siamo riusciti dopo 40 anni, ci è riuscito un giovane come Matteo Renzi che si avvicina più di tutti alla politica craxiana. Del resto, col patto del Nazareno lo stesso Berlusconi ci aveva detto di votare le riforme. Poi chi ha votato in discontinuità non siamo noi. Nella mozione dei 5 stelle c’è scritto che le colpe dei padri di Renzi e Boschi devono ricadere sui figli. Se Forza Italia votasse questa mozione sarebbe vergognoso, significherebbe che queste persone in 20 anni hanno fatto solo i loro interessi, perchè garantisti bisogna esserlo sempre. Dante li metterebbe nel girone degli spergiuri, dei vigliacchi. Se uno trova sua moglie con un altro si taglia i coglioni per dispetto? Non si può dire che le colpe dei padri, che non sono neanche dimostrate, debbano ricadere sui figli. Mi sembra che Berlusconi sia un po’ troppo influenzato da un cerchio magico che politicamente lo ha drogato. Renzi sta facendo quello che voleva fare Craxi e anche Berlusconi. Ora Berlusconi a parti invertite utilizza gli argomenti che usavano contro di lui per attaccare il leader più moderato che l’Italia abbia mai avuto e che si è sempre tenuto lontano dal berlusconismo oltranzista. Berlusconi non si può ridurre a fare la terza gamba della Lega e del Movimento 5 Stelle. Noi siamo all’opposizione dell’attuale governo, il nostro è un atteggiamento responsabile e ci distingue dalle altre forze di minoranza, compresa la componente bersaniana nel Pd, che non perdono occasione per isolarci dal dibattito parlamentare, ma noi alla Messi o alla Maradona li dribbliamo. Noi giochiamo per l’Italia e fin quando Renzi giocherà per l’Italia lo appoggeremo. Se entreremo nella maggioranza? C’è il film via col vento che finisce con la frase: Domani è un altro giorno e si vedrà”.

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?prog=486&dl=6473

Fonte: Radio Cusano Campus