7 dicembre 2016

Arti Marziali – Asd Judo Energon Esco Frascati, strepitosa Favorini: seconda al trofeo internazionale Alpe Adria

Sabato e domenica scorsi a Lignano Sabbiadoro si è svolta la 21esima edizione del trofeo internazionale di judo “Alpe Adria” che ha visto calcare le sei aeree di combattimento da ben 1259 atleti provenienti da dieci nazioni tra le quali l’Azerbaijan che si è aggiudicato il trofeo. Alla manifestazione hanno partecipato quattro atleti dell’Asd Judo Energon Esco Frascati, accompagnati dal tecnico Mauro Favorini. Tra i maschi ha gareggiato Matteo Cantarini che ha esordito nella classe Cadetti, pagando lo scotto dell’inesperienza e della sua ancora non completa maturità tecnica e fisica rispetto ai suoi rivali più grandi di quasi tre anni e venendo eliminato al primo turno. Sfortunata nel sorteggio, invece, Zoe Zibellini nella categoria 48 kg che al primo turno perdeva per immobilizzazione con la torinese Avila del Kumiai To che arrivava in finale, permettendo il suo recupero. Nel successivo incontro Zoe, purtroppo, si è dovuta piegare all’esperienza e bravura della Castagnola. Entrambe le sue avversarie concludevano al terzo posto in una categoria dominata dalla romana Giulia Santini del F.Florida. Buona la prova di Veronica Farina nella categoria 52 kg che al primo incontro batteva per strangolamento la lombarda Di Filippo, nel turno successivo sempre con la stessa tecnica batteva la Iavazzo dell’A.S. Fitness Florida, nella finale della poule subiva a pochi secondi dal termine un waza ari dalla Silveri del Banzai Cortina. Nei recuperi veniva eliminata definitivamente perdendo con la Giardino e concludendo così la gara al nono posto. Grande la prova di Flavia Favorini che si è confermata la più forte delle italiane nella categoria 57 kg, che con enormi sacrifici è riuscita a mantenere. L’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha conquistato una preziosa medaglia d’argento, cedendo nel finale alla croata Oberan per somma di sanzioni. L’incontro è stato influenzato dalle decisioni arbitrali che hanno penalizzato a senso unico la Favorini, portandola alla squalifica. Flavia ha messo in mostra un ottimo judo prima di arrivare alla finale con la croata, vincendo cinque incontri: prima per ippon di tai o toshi sulla brianzola Giacomucci, poi per leva al braccio la Pellegrini del Judo Trani e per grande spazzata d’anca la Porro, infine per strangolamento la napoletana Fusco dello Star Judo Maddaloni ed in finale di poule la torinese Pellitteri dell’Accademia, marcando prima yuko, poi waza ari ed infine immobilizzazione. La gara è stata seguita dalla Commissione Nazionale dell’attività giovanile composta dai maestri Laura Di Toma, Sandro Piccirillo e Nicola Moraci (presidente anche del club tuscolano) che ha commentato così la gara: «Questo torneo che apre la stagione internazionale del judo per i Cadetti (under 18) si è confermato come un appuntamento di ottimo livello. Sono soddisfatto delle prestazioni dei molti atleti azzurri che hanno partecipato all’Alpe Adria come la romana Giulia Santini, il torinese Aramu, l’umbra Calagreti e la frascatana Flavia Favorini. Questi atleti si sono confermati i più forti nelle loro categorie e sicuramente ripercorreranno lo stesso cammino intrapreso lo scorso anno che, dopo avere disputato diversi tornei in giro per l’Europa, li condurrà fino ai campionati d’Europa che si svolgeranno a luglio in Finlandia».