4 dicembre 2016

Non c’è alcuna responsabilità dell’Amministrazione Comunale nella mancata organizzazione della Maratona di Napoli

“Non c’è alcuna responsabilità dell’Amministrazione Comunale nella mancata organizzazione della Maratona di Napoli”. Lo dichiara l’Assessore allo Sport Ciro Borriello.

“Nell’organizzazione della Maratona Internazionale di Napoli, prevista per il 28 febbraio, abbiamo collaborato con gli organizzatori della SSD Napoli 1000venti, fin dallo scorso mese di giugno, nell’individuazione di un percorso regolamentare, di 42 km, che potesse soddisfare e conciliare le molteplici e talora contrastanti esigenze della cittadinanza e delle diverse istituzioni”.

“Siamo convinti che la Maratona Internazionale di Napoli debba essere di tutti i napoletani, e pertanto debba percorrere non solo le zone turisticamente più rinomate della città, ma abbracciarla per intero, coinvolgendo anche le periferie, che abitualmente fanno notizia solo per fatti di cronaca poco edificanti”.

“Come sempre, nell’individuazione del percorso rispondente ai requisiti tecnici e alle suddette esigenze, la Polizia Locale e gli uffici preposti hanno fornito la loro collaborazione, sebbene la loro primaria esigenze sia quella di garantire i minori disagi possibili a tutta la cittadinanza, anche quella non interessata all’avvenimento sportivo e con esigenze poco conciliabili con chiusure di strade al traffico veicolare, sebbene temporanee”.

“La relativamente ridotta attrattiva turistica che il passaggio in periferia potrebbe aver arrecato ad un percorso, che comunque prevedeva in maniera predominante il passaggio nei tratti di strada e nelle zone più rinomate della città, che in altre edizioni sono state percorse ripetutamente, riducendo il percorso alla stregua di un mero circuito, non ritengo che possa essere stata la cause che ha provocato l’emorragia di iscrizioni e il conseguente rinvio dell’iniziativa da parte degli organizzatori”.

I motivi sono altri, non riconducibili in alcun modo all’Amministrazione Comunale.

“In ogni caso siamo sempre disponibili ad incontrare gli organizzatori per aiutarli a risolvere ogni tipo di problematica legata all’organizzazione dell’evento”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5936 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.