20 gennaio 2017

Roma – Storace: “Non credo che la Meloni giudichi fallimentare la mia gestione”

©AlessandroParis/Lapresse Roma 04-04-2008 poitica Il caffe di Sky intervista Francesco Storace Nella foto: Francesco Storace

Francesco Storace, Segretario Nazionale de “La Destra”, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano ( www.unicusano.it ).

Giorgia Meloni ha affermato che alle primarie del centrodestra per il Comune di Roma vorrebbe solo candidati dei partiti della coalizione e che non abbiano guidato amministrazioni già bocciate. “Non credo di essere su ‘Scherzi a parte’ –ha commentato Storace-. Se un candidato va bene o male lo devono dire gli elettori e non la Meloni. E’ errato attribuire a lei un giudizio sulla mia amministrazione, dato che quando nel 2005 perdemmo le elezioni regionali, lei chiese di essere inserita nel listino bloccato, legato alla vittoria del presidente. Se avesse giudicato la mia amministrazione fallimentare, non si sarebbe candidata a vittoria sicura. Il suo è stato un infortunio che può succedere quando non si conoscono le cose. Pensare che si fanno le primarie a condizione che non partecipino personaggi come me e Marchini, significa farle da soli e non credo sia intelligente. Le primarie sono per includere non per escludere. Non si può andare avanti a colpi di veti. La Meloni ha ambizioni da leader nazionale, deve scegliere se fare il leader nazionale o il sindaco”. 

Su Berlusconi. “Mi pare complicato –ha affermato Storace- dire che le primarie si fanno solo se le accetta Berlusconi, che a livello nazionale non le ha mai volute. Un partito serio che crede nelle primarie come strumento di affermazione della sovranità popolare, dice a Berlusconi che non si fa la coalizione se lui non dà la possibilità di ricorrere alle primarie. Altrimenti è una barzelletta. Berlusconi lo conosciamo, non vuole cedere alla scelta popolare. Mi fa sorridere chi dice di essere uscito dal Pdl per le primarie e poi fa il contrario. 

Su Giachetti. “Giachetti ha il terrore delle primarie –ha aggiunto Storace-. Lo ha fatte solo quando gli hanno garantito che non avrà avversari”.

Fonte: Radio Cusano Campus