9 dicembre 2016

Il governo ascolti le ragioni dei lavoratori dell’Ilva. Gli accordi vanno rispettati

Il governo ascolti le ragioni dei lavoratori dell’Ilva, che anche oggi hanno protestato a Genova, e convochi al più presto un tavolo a Palazzo Chigi. Il bando di vendita dell’Ilva non può rimettere in discussione l’accordo di programma siglato a Genova nel 2005. Gli accordi fatti vanno rispettati.

Non si possono scaricare sulle lavoratrici e i lavoratori i costi dell’operazione di vendita dell’Ilva e il governo su questo punto deve essere chiaro: gli attuali livelli occupazionali e la continuità di reddito vanno tutelati. Bisogna intervenire anche sui contratti di solidarietà per riportarli al 70%, così come previsto prima del Jobs Act. Questo vale per i lavoratori e le lavoratrici di tutti i siti dell’Ilva, da Genova a Taranto. Il bando di vendita dell’Ilva invece, non fornisce alcuna garanzia in questo senso.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.