7 dicembre 2016

Campidoglio – Pronto il piano per la riqualificazione della Stazione Termini

Prima riunione operativa del piano per la riqualificazione della Stazione Termini chiesto dal Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca. I vertici di Fs, Grandi Stazioni, Polizia locale, Atac, Ama e Acea hanno illustrato questa mattina in Campidoglio le misure allo studio e si sono confrontati sulla necessità di interventi sinergici e duraturi in tutto il quadrante circostante la Stazione, vero e proprio biglietto da visita della città.

In una prima fase sono stati individuati micro interventi che, messi a sistema, renderanno l’area più sicura e fruibile in tutto l’arco delle 24 ore. Grandi Stazioni e Fs hanno presentato un progetto di restyling del perimetro di Via Giolitti e Via Marsala; Acea ha illustrato un piano di ampliamento e potenziamento del sistema di illuminazione; Atac si è detta disponibile a interventi di recupero delle scale di accesso alle stazioni metropolitane e dei  mezzanini presenti in Piazza dei Cinquecento con la fattiva collaborazione di Ama, già impegnata a garantire un presidio fisso di squadre e operatori per la raccolta dei rifiuti,  pronta a incrementate lo spazzamento meccanizzato e il mantenimento del decoro della piazza e dei suoi monumenti.

L’Help desk del Dipartimento politiche sociali capitolino, collocato presso il binario 1 della Stazione Termini, diventerà punto di coordinamento sia per censire la presenza di senza fissa dimora e minori, sia per  coordinare tutte le attività di volontariato che agiscono nell’area. Allo studio, infine, ulteriori soluzioni per fluidificare al massimo il traffico in Via Marsala, Via Giolitti e nelle strade adiacenti. Tutte le misure prese in considerazione saranno pianificate in una prossima riunione fissata per lunedì 25 gennaio per diventare operative a partire da febbraio.

About Emanuele Bompadre 8254 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.