10 dicembre 2016

Appio – Sarà messa in mostra il 26 e il 30 gennaio la refurtiva recuperata dalla polizia

L’indagine che ha portato al sequestro di numerosa refurtiva è stata avviata dagli uomini del Commissariato San Giovanni, diretto dal dott. Massimo Improta, poco prima di Natale, quando da un’abitazione del quartiere Appio sono stati rubati numerosi preziosi contenuti in una cassaforte.

I poliziotti, grazie alle immediate indagini, hanno iniziato a seguire alcuni giovani sospettati di essere gli autori del colpo e, verso la mezzanotte del 31 dicembre, sono riusciti ad individuare l’appartamento da loro usato come base.

Quando gli agenti hanno fatto irruzione, una delle persone presenti aveva al dito uno degli anelli facenti parte del bottino prelevato all’Appio.

All’interno del “covo” sono stati sequestrati molti gioielli, orologi, argenteria e vasi di pregio.

Solo una parte degli oggetti sono stati riconosciuti dalla vittime del reato da cui sono scaturite le indagini, il che fa ritenere agli investigatori che i preziosi siano frutto di vari furti in appartamento compiuti in precedenza dal gruppo criminale.

L’organizzazione era formata da 4 ragazzi albanesi, 3 uomini ed una donna, di età compresa tra i 23 ed i 29 anni, che agivano con la complicità di un 65enne italiano.

Tutti i responsabili sono stati identificati e denunciati alla Magistratura.

Per fare in modo che le vittime dei furti compiuti dalla “banda” possano eventualmente riconoscere i loro averi, il 26 gennaio dalle ore 15 alle 18, ed il 30 gennaio, dalle ore 9 alle 12, negli uffici del Commissariato San Giovanni, in via Casalmonferrato nr. 25, verranno esibiti gli oggetti recuperati.

Le persone interessate potranno rivolgersi direttamente al Commissariato San Giovanni – tel. 06.70390251, portando al seguito la denuncia del furto subito.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.