9 dicembre 2016

Il coraggio di dire si

La settimana scorsa vi ho invitato, quando è il caso, a dire no. In questa, invece, vorrei farvi riflettere sulla forza che un “si” può avere nelle nostre e nelle altrui vite.

Vi è mai capitato di non voler abbandonare la strada vecchia per percorrere una nuova? Quante volte, quando qualcuna/o vi ha fatto battere forte il cuore ed ha portato le farfalle a volare numerose nel vostro stomaco, di fronte alla possibilità di poter rivivere certi sentimenti e, con essi, dare slancio positivo ai propri giorni, il solo pensiero del si vi ha spaventato? Le volte che avete avuto la possibilità di confrontarvi con donne e uomini completamente diversi, li avete accettati o avete detto no?

Il linguaggio non è solo lo strumento con il quale gli individui comunicano tra di loro ma è anche un modo per indicare un qualcosa in grado di lasciare il segno nella realtà e nelle esistenze dei soggetti coinvolti. Ecco perché un si ha tanta importanza; può cambiare radicalmente la vita di coloro le cui orecchie l’hanno sentito dire o l’hanno pronunciato.

Bisogna, anche qui, avere il coraggio di cogliere gli attimi della vita che ci spingono a dire si ad un nuovo percorso; così saremo veramente liberi e emozionati. Spesso, però, si preferisce indossare una maschera per adattarci a persone o situazioni che, in fondo, ci omologano ad un sistema che non abbiamo mai accettato. Ci vuole coraggio per dire si e demolire queste barriere e questi timori; le paure del giudizio altrui o del non essere compresi vanno spazzate con due lettere, la s e la i.

Pertanto dobbiamo svegliarci da questo sonno e non aver l’angoscia d’essere allontanati da chi ancora preferisce dormire; non dobbiamo più essere schiavi delle aspettative altrui, di non essere all’altezza o del terrore di non piacere. Il primo si va detto a noi stessi; accettandoci avremo la possibilità di migliorare.

Allora cosa bisogna dire, si o no? Entrambi: a seconda di ciò che viviamo, bisogna avere il coraggio di fare delle scelte; quest’ultime derivano da un monosillabo. Le lettere spetta solo a noi sceglierle e farle nostre senza se e senza ma.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.