4 dicembre 2016

Campidoglio – Il Commissario Tronca chiarisce i nuovi incarichi conferiti

Il Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, avverte l’esigenza di spiegare le ragioni del conferimento degli incarichi effettuati intuitu personae, ai sensi dell’art. 90 del Testo Unico degli Enti Locali (TUEL).

All’atto dell’insediamento della gestione commissariale sono stati fatti contestualmente cessare tutti gli incarichi conferiti dalla precedente Amministrazione, che erano 30 ex art.110 e 51 ex art. 90 del TUEL.

La Gestione commissariale ha ritenuto di inserire in staff un numero esiguo di professionalità, nei limiti strettamente indispensabili a supportare le attività necessarie a svolgere le funzioni ed i poteri assegnati con DPR del 03.11.2015, precedentemente spettanti all’Assemblea, alla Giunta Capitolina ed al Sindaco.

Nello specifico, si tratta di 1 Responsabile della Segreteria/Cerimoniale, 1 esperto di Fondi europei, 1 professionalità dedicata all’analisi amministrativa degli atti, una portavoce e una responsabile della Comunicazione. Gli attuali incarichi, conferiti  ex art. 90 TUEL, non determinano lo svolgimento di alcuna attività di carattere gestionale/dirigenziale e non necessitano di alcuna procedura di evidenza pubblica.

Nello staff è presente anche un Magistrato in servizio presso la Corte di Appello di Milano, messo fuori ruolo dal CSM per collaborare con il Commissario Straordinario per la durata del mandato. Il Magistrato continua ad essere retribuito dal Ministero della Giustizia ed il Comune di Roma non ha in carico alcun affitto per il suo alloggio.

Tali puntualizzazioni risultano doverose al fine di illustrare il fondamento giuridico dell’azione amministrativa posta in essere dalla gestione commissariale, improntata all’economicità ed al rispetto delle norme in materia di  trasparenza e di legalità.

 

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.