10 dicembre 2016

Torvaianica – Inseguimento nelle strade cittadine, l’auto dei carabinieri si schianta su un muro

Alle prime luci dell’alba, in via Germania, a Torvaianica, vicino Roma, un’auto modello Golf, che viaggiava a fari spenti, non si è fermata all’alt di una pattuglia di Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pomezia.

Ne è nato un inseguimento che è terminato con l’autoradio dei Carabinieri contro un muro di cinta di un parcheggio e i due militari che si trovavano a bordo malconci, portati in ospedale.

Le successive indagini dei Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno consentito di stabilire che alla guida dell’auto c’era un ragazzo italiano appena maggiorenne, senza patente, con accanto la fidanzata minorenne e l’auto era priva di assicurazione obbligatoria.

Durante l’inseguimento, per evitare di farsi sorpassare, il ragazzo che guidava ha più volte eseguito pericolose manovre fino a quando in via Polonia a seguito di uno spostamento azzardato, per evitare una violenta collisione con il veicolo in fuga, il Carabiniere autista ha sterzato repentinamente a sinistra, perdendo il controllo dell’autoradio, andando a collidere contro il muro, in via Belgrado.

Proseguita la fuga, l’auto è stata poi abbandonata nei pressi dell’arenile di via Firenze e i due ragazzi hanno fatto ritorno a piedi a casa, in Lungomare delle Meduse.

I Carabinieri sono giunti a loro quando, pensando di farla franca, in mattinata, il ragazzo ha simulato il furto dell’auto che aveva acquistato da poco.

Così i Carabinieri hanno rintracciato i due fidanzatini che dopo un’iniziale reticenza hanno ammesso che erano loro a bordo dell’auto protagonista dell’inseguimento nella mattinata e che, in particolare, il ragazzo alla guida aveva deciso di fuggire perché senza patente – tra l’altro già fermato e sanzionato una volta per lo stesso motivo – e l’auto non ancora assicurata.

Lo spericolato fidanzato è stato denunciato per resistenza, violenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale, omissione di soccorso, danneggiamento aggravato, simulazione di reato e guida senza patente.

Uno dei due Carabinieri è stato ricoverato presso la clinica S. Anna di Pomezia per una frattura scomposta dell’acetabolo destro mentre l’altro, che ha riportato contusioni varie, se la caverà in 15 giorni salvo complicazioni.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.