11 dicembre 2016

Ostia – Tre operazioni dei vigili contro l’abusivismo commerciale

Nella giornata di ieri la Polizia Locale è stata pesantemente impegnata al contrasto all’abusivismo commerciale e ai mercatini abusivi in aree non autorizzate della città.
Ieri gli uomini del gruppo Mare, dalle ore 7.00 alle 13,00 sono intervenuti a Ostia, in tre operazioni distinte: in via Magellano, via Paolo Orlando e in Via della Viittoria, ove tendono a formarsi mercatini non autorizzati sulla sede stradale e sui marciapiedi,
Gli interventi hanno permesso di fermare e sanzionare numerosi venditori di prevalente etnia rom: al termine degli interventi i Vigili hanno sequestrato ben 10 tonnellate di ciarpame e merce usata, di provenienza prevalente da cassonetti dei rifiuti. I venditori hanno tentato di allontanarsi precipitosamente all’arrivo degli agenti, lasciando sul posto tutta la merce che è stata successivamente convogliata a distruzione tramite mezzi Ama. I compratori, molti dei quali italiani, si sono dispersi.
Il gruppo GSSU, invece, è intervenuto in forze con il reparto moto-montato “Centauro” in zona Vaticano alle 13.00: gli agenti hanno sorpreso venditori di prevalente nazionalità senegalese in Via Ottaviano e limitrofe, in orario in cui essi sperano in una presenza inferiore dei controlli: l’inaspettato blitz degli agenti ha colto di sorpresa almeno 8-10 venditori, che sono fuggiti lasciando a terra la merce in vendita: le borse sequestrate, che sono risultate tutte contraffatte, sono state 70.
Con questi ulteriori interventi la Polizia di Roma Capitale continua incessantemente la lotta all’abusivismo commerciale e al decoro in osservanza alle disposizioni del Commissario Straordinario Francesco Paolo Tronca.
About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.