8 dicembre 2016

Aprilia – Ennio Borgia 697991 : un sopravvissuto a Dachau

Anche ad Aprilia grazie ad alcuni sopravvissuti ancora viventi nella vicinanza della giornata della Memoria attraverso la loro testimonianza si può comprendere la drammaticità della deportazione nei campi nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Dal quando con l’intervento degli alleati si aprirono i cancelli dei campi di concentramento e di sterminio, tra cui quello di Auschwitz il 27 gennaio 1945, e fu possibile constatare quanto venisse barbaramente effettuato al loro interno, poco si è parlato delle centinaia e centinaia di campi sparsi in tutta Europa dove vennero imprigionati e morirono oltre agli ebrei milioni di persone per tutt’altre motivazioni che quelle razziali.

L’Associazione “Un ricordo per la pace” negli ultimi anni particolarmente nell’ambito del progetto “MEMORIA AGLI IMI“ ha svolto un’ ampia ricerca nel territorio pontino ed ha raccolto la testimonianza di molti ex militari, deportati ed internati nei campi di concentramento; grazie all’interessamento dell’Associazione a molti di questi è stata conferita la “Medaglia d’Onore” l’onorificenza che dal 2007 viene concessa dal Governo Italiano a tutti i cittadini italiani – civili e militari- e ove deceduti ai loro familiari che, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, furono catturati e detenuti dai tedeschi nei lager nazisti, non accettando l’adesione alla R.S.I. o alle formazioni delle SS.

Tra le varie testimonianze sulla deportazione raccolte dalla Associazione “Un ricordo per la pace” spicca quella di Ennio Borgia che nel 1944 a soli 16 anni venne deportato “per motivi politici” nel lager di Dachau in Germania. Borgia è uno dei pochi sopravvissuti di Dachau non ebrei  ancora vivente; nato a Roma nel 1927 è residente dagli anni ’70 ad Aprilia. Nel settembre 2011 Elisa Bonacini, presidente dell’Associazione apriliana scoprì la sua storia, realizzando una video- intervista organizzata nel video “ENNIO BORGIA 697991 : UN SOPRAVVISSUTO A DACHAU” che nel 2015 ha ottenuto la concessione del logo ufficiale delle celebrazioni del 70° Anniversario della Resistenza e della Guerra di Liberazione rientrando nel Programma di iniziative curato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

Il filmato è articolato in capitoli tematici; il racconto parte dagli antefatti della cattura nel 1944 fino a descrivere il rientro in Italia dopo la liberazione del campo, che avvenne per l’intervento degli americani il 29 aprile 1945. Non sono state incluse immagini sul crudele trattamento inflitto ai prigionieri nel lager e pertanto è adatto ad un pubblico di qualsiasi età, a partire dalle Scuole Primarie.  Gli Istituti di Istruzione interessati possono fare richiesta del dvd all’ Associazione “Un ricordo per la pace” all’ indirizzo e-mail el.bonacini@gmail.com  e concordare eventualmente, come è avvenuto negli anni scorsi, un incontro degli studenti con Ennio Borgia.

Una testimonianza autentica quella di Borgia” afferma Elisa Bonacini “che esprime le contraddizioni e le sofferenze insite nella guerra che nelle sue follie trascina spesso le persone più umili ed innocenti”.

About Giovanni Soldato 2964 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.