8 dicembre 2016

Ostia – Ferrara, M5S: “Il Pd ha lasciato i cittadini in mutande”

Paolo Ferrara, capogruppo del Movimento 5 Stelle a Ostia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Un giudizio sul Commissario del X Municipio di Roma Vulpiani. “Lamentiamo la mancanza di contatto tra i cittadini e questi prefetti che fanno solo l’ordinario –ha affermato Ferrara. I cittadini sono molto arrabbiati con la politica e soprattutto col Pd, che li ha lasciati in mutande in questo territorio. Si trovano in una situazione devastante, con buche sulle strade, parchi pubblici in pieno degrado, rifiuti per la strada. Sembra una zona del terzo mondo. Il Pd ha pensato più a riempire il proprio portafoglio piuttosto che al bene comune”.

Riguardo il caso delle infiltrazioni camorristiche nel Comune di Quarto e l’espulsione dal M5S del sindaco Rosa Capuozzo. “La differenza tra noi e il Pd è la reazione di fronte a quello che è successo –ha affermato Ferrara-. Gli altri partiti non hanno mai avuto reazioni come la nostra in questi casi. La legalità è la nostra forza. Noi non dobbiamo solo essere onesti, ma anche apparire come tali. Se c’è un sospetto nel voto a Quarto, bisogna dare un segnale forte di distinzione tra il nostro movimento e il Pd. A Ostia è successo di tutto, hanno arrestato un presidente del Municipio che era del Pd. C’è una grossa differenza tra quello che è successo a Ostia e quello che è successo a Quarto. Il M5s non prende lezioni da nessuno, tantomeno dal Pd. Noi siamo differenti, anche dove c’è solo il sospetto agiamo. Loro invece all’epoca difendevano Tassone, finchè non è uscito il suo coinvolgimento diretto in Mafia Capitale. Dove il M5S opera, e Quarto lo dimostra, la criminalità ha trovato le porte chiuse. Il sindaco infatti ha chiuso le porte alla camorra. Noi siamo pronti a buttare fuori chiunque e a denunciarlo se cercherà di infiltrarsi”.

Fonte: Radio Cusano Campus