10 dicembre 2016

Calcio – Serie D, Serpentara, Delgado: “A Francavilla grande vittoria, ma non possiamo adagiarci”

Il direttore generale con competenza sull’area tecnica Maurizio Proietti lo aveva detto, a caldo, dopo il beffardo pari interno col Pomigliano. «Non sorprendetevi se questa squadra andrà a vincere a Francavilla». In molti lo avranno schernito o non preso sul serio, ma in terra lucana è andata in scena un’autentica impresa da parte del Serpentara BellegraOlevano che si è imposto per 3-1 grazie alla doppietta di uno scatenato De Julis e al gol del momentaneo 2-0 del difensore Peppe Bellucci. A ispirare le trame del club del presidente Luciano Ferro, ancora una volta, ci ha pensato Roberto Delgado, lo spagnolo arrivato a stagione in corso dal Trastevere e piazzatosi stavolta al fianco di De Julis nel 3-5-2 disegnato da mister Antonio Foglia Manzillo. «La partita l’abbiamo vinta proprio nella preparazione – dice l’attaccante iberico classe 1986 – perché siamo stati reattivi nell’adattarci al nuovo modulo. Ci bruciava ancora il pareggio subito nella gara dell’Epifania contro il Pomigliano (arrivato in pieno recupero, ndr), ma questa vittoria a Francavilla è stata incredibile e ha avuto un peso importantissimo». Anche se purtroppo pure molte delle concorrenti hanno vinto. «La quota si è alzata, scherzavamo coi compagni che per salvarci direttamente dovremo fare 50 punti – sorride Delgado – Rincorrere sempre non è semplice, ma ora questa è una squadra forte e qui c’è un gruppo vero, compreso di staff tecnico e società. Molte squadre sarebbero andate in difficoltà dopo aver subito il gol del 2-1 su un campo difficile come Francavilla, invece abbiamo continuato a giocare con personalità e l’abbiamo chiusa». Una (ex) seconda è stata battuta, una seconda è in arrivo a Genazzano domenica prossima. «Il Fondi è una squadra costruita non per vincere, ma per stravincere – dice Delgado -, completa in ogni ruolo. Ma noi abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutte e cercheremo di metterli in difficoltà». Potrebbe essere il giorno dell’esordio dell’altro spagnolo, l’attaccante classe 1993 Christofer Martin Sanchez che è di scuola Real Madrid. «Non lo conoscevo, ma ne ho apprezzato le qualità in allenamento. Sembra essere una punta dal fiuto del gol importante, spero possa fare in gare ufficiali quello che ci ha fatto vedere nei primi giorni di preparazione con noi» conclude Delgado.