11 dicembre 2016

Il coraggio di dire no

Dire no, oggi, è sempre più difficile. Saper dire basta ad un rapporto sbagliato, ad un lavoro che rende infelici, ad un amore finito, ad una proposta che per tutti è considerata positiva ma che non riscalda l’anima richiede molto coraggio. Dire di no è difficile perché necessità di una grande forza di volontà, ed anche di un pizzico di fortuna.

Un no, però, può rendere liberi dai condizionamenti e può aiutare a crescere, a responsabilizzarsi, a risvegliare l’anima, a rimettersi in gioco. Dire di no delle volte può suonare una manifestazione di egoismo, mentre in realtà è semplicemente fare ciò che davvero si desidera e al diavolo i sensi di colpa. Dire di no è un diritto della persona.

Ad un certo punto ognuno di noi si troverà di fronte a delle scelte e da queste dipenderanno i nostri umori, i nostri sorrisi, insomma le nostre esistenze. Alcune di esse, piaccia o meno, dipendono da un no, ed è lì, in quei momenti, che bisogna far uscire con forza il coraggio necessario per saperli dire ed anche urlare se è il caso.

L’illusione di risolvere le cose senza dei no svanisce di fronte al male di accorgersi che non si è avuto quel coraggio. Pertanto, quando serve diciamo no; quella sillaba un domani potrà portare a dei si.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 6000 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.