Azzardo e usura, Papa Francesco: “Sono piaghe sociali, bisogna lottare con forza”

“Si lotti con tutte le forze per sconfiggere le diffuse piaghe sociali dell’usura e dell’azzardo, che generano continui fallimenti non solo economici ma anche familiari ed esistenziali”. E’ questo il monito contenuto nel messaggio che Papa Francesco ha inviato a mons. Alberto D’Urso, vicepresidente e segretario nazionale della Consulta nazionale anti-usura, in occasione della Giornata di incontro sul tema che si sta svolgendo presso l’ostello della Caritas di via Marsala a Roma.

La mattinata e’ stata aperta da una celebrazione eucaristica, alla presenza di mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, di mons. Alberto D’Urso e mons, Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma, che insieme ai partecipanti al convegno hanno varcato la Porta Santa.

“In tutto sono oltre 1 milione e 400 mila le famiglie italiane che versano in una condizione di vita fallimentare, non in condizione di progettare un futuro con i propri figli o per i propri figli – ha ricordato mons. D’Urso parlando del fenomeno dell’azzardo – e sono oltre 340 mila le macchinette presenti sul nostro territorio: 51 mila sono le videolottery attive nel nostro paese che distribuiscono illusioni e seminano disperazione e oltre 900 mila sono gli italiani patologici o a rischio dipendenza”.

Fonte: Redattore sociale

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 7207 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.