6 dicembre 2016

Calcio – Serie A, Inter-Sassuolo 0-1

Beffa nel finale per l’Inter, che cede 1-0 al Sassuolo solamente al 95′ e su calcio di rigore, trasformato da Berardi. Nerazzurri che chiudono il girone d’andata a quota 39 punti.

Al terzo minuto un lancio di Medel in profondità mette Icardi a tu per tu con Consigli, ma il destro dell’attaccante argentino, contrastato da Acerbi, è debole e fuori misura. Continua la spinta dell’Inter: sponda di Perisic per Icardi, tocco per Ljajic che si libera in area e conclude di poco a lato. Un minuto dopo ci prova Perisic in acrobazia, senza però impensierire Consigli. Al 12′ si vede anche il Sassuolo: disimpegno errato di Medel, Miranda costretto al fallo su Missiroli e punizione dal limite per gli ospiti. Sul destro di Sansone è bravo Handanovic a distendersi sulla propria destra. Altra grande occasione per i nerazzurri al 19′: cross dalla destra di Nagaromo, Ljajic tutto solo a centro area non riesce a finalizzare di testa. Due minuti dopo la migliore occasione per i neroverdi. Duncan centra dalla sinistra, Missiroli ci arriva in spaccata ma Handanovic è strepitoso nel negare il vantaggio agli ospiti. Il numero 1 dei nerazzurri neutralizza poco dopo un’altra punizione dal limite del solito Sansone.

Alla mezz’ora ripartenza Inter orchestrata da Kondogbia e Icardi, che serve Ljajic sulla corsa, chiuso però dalla difesa al momento del cross. Sassuolo pericoloso ancora su calcio piazzato, stavolta con Berardi, il cui mancino sibila alla sinistra di Handanovic. I nerazzurri si fanno vedere prima dell’intervallo con un gran destro a giro di Ljajic, sul quale Consigli vola con la mano di richiamo a mettere in angolo. È l’ultima occasione del primo tempo, che si chiude dopo un minuto di recupero.

La ripresa comincia con gli stessi 22 in campo e l’Inter in avanti: azione insistita al limite che porta al tiro Brozovic, murato dalla difesa. Sullo sviluppo dell’azione la palla arriva a D’Ambrosio, il cui tiro-cross deviato da Vrsaljko finisce di alto sulla traversa. I nerazzurri continuano a spingere pur senza trovare la via della rete: al 62′ Nagatomo scappa sulla destra, cross rasoterra che pesca a rimorchio Ljajic e destro troppo centrale per impensierire Consigli. Sul ribaltamento di fronte Duncan taglia tutto il campo e serve sulla corsa Falcinelli, che impegna Handanovic sul primo palo. I nerazzurri si rifanno sotto con convinzione e costruiscono occasioni su occasioni: prima ci prova Ljajic su punizione, poi Murillo sfiora il vantaggio sugli sviluppi di un corner. Ci provano anche Kondogbia da fuori e Ljajic al termine di un’azione insistita sulla sinistra, ma senza fortuna.

È il momento migliore dell’Inter: su un intervento mancato da Magnanelli a centrocampo Ljajic fa correre Palacio, combinazione con Icardi e destro del numero 8 che Peluso respinge a pochi metri dalla riga di porta. Gli ospiti si fanno vedere ancora su punizione: Berardi per Floro Flores, Handanovic ha un riflesso felino. A 5′ dalla fine ancora portieri protagonisti: Consigli neutralizza un gran destro del solito Ljajic diretto all’incrocio dei pali. Tre minuti e l’estremo difensore neroverde è ancora strepitoso sul tiro a giro del neo entrato Jovetic. Nei 5′ di recupero assegnati da Doveri c’è tempo per un’altra serpentina di Ljajic murata in angolo da Acerbi e per la beffa finale: Miranda atterra Defrel in area, Berardi trasforma il calcio di rigore e regala i tre punti al Sassuolo.

INTER-SASSUOLO 0-1
Marcatori: Berardi (rig. 95′)

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 24 Murillo, 55 Nagatomo; 77 Brozovic, 17 Medel (90′ Guarin 13), 7 Kondogbia (85′ Jovetic 10); 44 Perisic (63′ Palacio 8), 9 Icardi, 22 Ljajic.
A disposizione: 30 Carrizo, 5 Jesus, 11 Biabiany, 12 Telles, 14 Montoya, 21 Santon, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

SASSUOLO: 47 Consigli; 11 Vrsaljko, 28 Cannavaro, 15 Acerbi, 13 Peluso; 7 Missiroli, 4 Magnanelli, 32 Duncan (83′ Biondini 8); 25 Berardi, 9 Falcinelli (71′ Defrel 92), 17 Sansone (80′ Floro Flores 83).
A disposizione: 1 Pomini, 79 Pegolo, 3 Longhi, 5 Antei, 10 Laribi, 16 Politano, 20 Ariaudo, 21 Fontanesi, 23 Gazzola.
Allenatore: Eusebio Di Francesco

Ammoniti: Murillo (34′), Cannavaro (67′), Magnanelli (82′), Miranda (94′), D’Ambrosio (95′) Espulsi:

Recupero: 1′ – 5′

Arbitro: Doveri
Assistenti: Barbirati, Marzaloni
IV uomo: Lo Cicero
Assistenti addizionali: Massa, Candussio

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5967 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.