24 gennaio 2017

Calcio – Serie A, Mancini: “L’ho sempre detto, Mauro segnerà tanti gol”

MILAN, ITALY - DECEMBER 07: Mauro Emanuel Icardi (L) of FC Internazionale Milano speaks to his coach Roberto Mancini (R) during the Serie A match between FC Internazionale Milano and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on December 7, 2014 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Torna alla vittoria l’Inter di Roberto Mancini al “Castellani” di Empoli dove in poche squadre avevano fatto risultato. Il tecnico non nasconde la sua legittima soddisfazione dopo aver visto: “Empoli è un campo difficilissimo e gli azzurri sono una squadra che gioca bene, e Giampaolo sta facendo un ottimo lavoro. L’uno a zero ci è bastato e abbiamo avuto occasione di raddoppiare, mentre su nostri errori abbiamo rischiato qualcosa. Ad Empoli per storia è sempre stato difficile, e oggi a maggior ragione che la squadra di Giampaolo sta facendo bene. Ho sempre pensato che Mauro potesse fare la differenza. Sono sicuro delle sue qualità e ci sta dando una grande mano”.

Sulla coppia di attaccanti, Icardi e Jovetic, che oggi si sono passati il testimone: “A me piace far giocare insieme Mauro e Stevan, ma la squadra in certe situazioni deve fare a meno di uno, o cambiare modulo. Jovetic ha grandi qualità, può fare gli altri 15 gol che sarebbero perfetti per completare i gol dell’attacco”.

L’analisi tattica di mister Roberto Mancini è chiara: “Nel primo tempo l’Empoli ha fatto meglio di noi. Nel secondo tempo siamo andati molto meglio. Brozovic e Kondogbia si sono scambiati di posizione e hanno fatto bene. Scelta mia? No (ride, ndr) bravi loro”.

Si entra in un mese caldo per il mercato, con voci che si susseguiranno fino alla chiusura della finestra invernale: “Si può migliorare l’Inter? Si può sempre migliorare. Il fatto è che a gennaio è difficile trovare giocatori che possano migliorare molto una squadra, a meno di non pagare cifre che oggi mi sembra che non sia il caso di spendere”.

Infine una chiosa sul rigore invocato dall’Empoli per un contatto tra Pucciarelli e Murillo: “Non sono sicuro come voi, mi sembra che lui non stia calciando. Pucciarelli allarga il piede verso Murillo per cercare il rigore. Murillo va dritto sulla sua traiettoria, Pucciarelli allarga il piede”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 6446 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.