10 dicembre 2016

Intollerabile per il Codacons l’aumento dell’addizionale comunale sui diritti d’imbarco dei passeggeri sugli aerei

Intollerabile per il Codacons l’aumento dell’addizionale comunale sui diritti d’imbarco dei passeggeri sugli aerei, che comporterà a partire dall’1 gennaio 2016 pesanti rincari per i viaggiatori.
A partire dal prossimo anno, grazie a un decreto interministeriale Lavoro-Economia-Trasporti datato 29 ottobre, chi si imbarcherà su un aereo – ad eccezione delle destinazioni nazionali – dovrà pagare una tassa da 9 euro a biglietto, che sale a 10 euro nel caso in cui si parta da un aeroporto romano (Ciampino o Fiumicino) – spiega il Codacons – Una imposta odiosa che cresce addirittura di 2,5 euro nel 2016, e che è destinata a salire anche nei prossimi anni: gli aumenti previsti sono infatti pari a 2,14 euro in più nel 2017 e 2,34 euro nel 2018.
“Si tratta di un balzello inutile e dannoso, che comporta aggravi di spesa in un settore delicato come quello del turismo – spiega il Presidente Carlo Rienzi – I viaggiatori che partono da Fiumicino e Ciampino appaiono poi discriminati rispetto agli altri passeggeri, dovendosi sobbarcare 1 euro in più di spesa. Per tale motivo il Codacons sta valutando le azioni legali da intraprendere contro l’incremento dell’addizionale comunale sui diritti d’imbarco” – conclude Rienzi.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5994 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.