9 dicembre 2016

Genzano – Sostenibilità, welfare, governo del territorio e innovazione, le linee programmatiche del comune

 

“La sfida per il futuro è quella di portare Genzano a diventare una parte qualificata della Città Metropolitana di Roma Capitale, potenziando quanto è stato fatto in questi anni nonostante la riduzione dei fondi da parte dei governi nazionali. Il profilo alto mantenuto nell’ambito del welfare, del governo del territorio, dell’identità civica e culturale della nostra città, dell’innovazione e della sostenibilità rappresenta la ricetta per modulare la propria strategia per il futuro. L’alleanza politica che affonda le radici nella storia della città rappresenta la garanzia per il futuro di Genzano”. È questa la premessa del sindaco Flavio Gabbarini al Documento unico programmatico presentato nell’ultima seduta del consiglio comunale. Il documento è suddiviso in tredici punti.

Finanze

Il Comune di Genzano di Roma, sulla strada intrapresa negli anni passati, conferma la volontà di proseguire nella gestione diretta dei tributi locali per instaurare un rapporto diretto con il cittadino e nella convinzione che si possa così raggiungere una maggiore efficienza del servizio. Punto fermo resta la lotta all’evasione fiscale per estendere la base contributiva e ridurre ulteriormente e progressivamente la pressione fiscale. Equità e giustizia fiscale e tributaria, significano rafforzamento del patto di cittadinanza, indispensabile in una fase come quella che ci si trova a gestire, i cui lo Stato e i Governi che si sono susseguiti  negli ultimi anni hanno fatto gravare sui Comuni pesanti drenaggi fiscali. Quanto all’Imu, l’impegno è quello di rivedere il regolamento per l’applicazione dell’imposta e rideterminare il valore delle aree edificabili, prevedendo valori differenziati ovvero riduzioni del pagamento dell’IMU in alcuni casi

Macchina amministrativa

Le risorse umane dell’Ente comunale attraverso corsi di formazione saranno chiamate ad acquisire nuove professionalità, tali da valorizzare il personale interno all’Ente e consentire maggiore economicità nella gestione quotidiana della cosa pubblica.

Urbanistica

Si rende ormai necessaria una revisione del piano regolatore generale per analizzare e discutere, verificandone la fattibilità, proposte di varianti urbanistiche presentate da cittadini e soggetti esterni all’Ente, oltre che per valutare la possibilità di definire difformità urbanistiche ormai ataviche e inviare osservazioni al PTPR. Per i cosiddetti comparti di ristrutturazione urbanistica si propone inoltre la stesura di una Variante, che ne faciliti l’attuazione e assicuri il raggiungimento degli obiettivi della riqualificazione urbana.

Gestione del servizio idrico e fognature

Superata la crisi idrica che investito il nostro territorio, sia a livello quantitativo, con notevoli disagi per le famiglie negli anni passati, che qualitativo, c’è la questione dello sportello commerciale: dal 30 gennaio 2015, infatti, è stato riaperto lo sportello Acea Ato2 al piano terra del Comune di Genzano. Quanto alla depurazione e alla rete fognaria negli ultimi mesi il depuratore di Montagnano (Ardea), a servizio dei comuni di Albano, Ariccia, Genzano, Lanuvio, Nemi e parte di Ardea, e quello dei Landi hanno subito una brusca accelerata. Il depuratore di Montagnano, ultimato nel 2012, sarà messo in funzione entro la primavera del 2016, dopo una fase di collaudo che coinvolgerà i Comuni di Genzano e Albano. Quasi terminati inoltre i lavori di completamento del collettore fognario per la messa in funzione del depuratore dei Landi: 1300 metri di fognatura su strada e 400 metri di opere per il collegamento al depuratore, un progetto approvato nel 2001 e completato solo in parte.

Ambiente, igiene e decoro urbano

Riduzione, riuso e riciclo dei rifiuti: queste le parole chiave del Comune di Genzano in tema di gestione dei rifiuti che hanno portato l’Ente ad inserirsi tra i Comuni più virtuosi della Provincia di Roma con il raggiungimento del 67% di rifiuti differenziati. Il risultato è stato possibile grazie all’avvio del sistema di raccolta porta a porta nel maggio 2014 in una parte della città e nel mese di novembre su tutto il territorio e grazie alla realizzazione dell’isola ecologica che è a pieno regime dal mese di marzo del 2014. Tra gli obiettivi del prossimo triennio c’è il consolidamento e il progressivo miglioramento del risultato di raccolta differenziata oltreché l’attuazione di politiche per la riduzione dei rifiuti. Obiettivo possibile solo con il controllo della corretta esecuzione del contratto da parte della ditta e del corretto conferimento dei rifiuti da parte della cittadinanza, con la prosecuzione di iniziative pubbliche e progetti scolastici di sensibilizzazione della popolazione verso una corretta gestione dei rifiuti, per il riuso e il riciclo. Impegno dell’Amministrazione nell’ottica di migliorare il servizio di raccolta differenziata e il servizio alla cittadinanza è l’ampliamento dell’isola ecologica.

In tema di decoro urbano proseguirà l’impegno nella cura e manutenzione del verde urbano anche grazie alla collaborazione con i privati.  Allo stesso modo interverremo sull’area archeologica della Villa degli Antonini, luogo dall’alto valore ambientale e storico per il quale è già stato approvato un progetto preliminare per 100.000 euro, e sarà ripristinata la viabilità e il decoro su via del Perino (già richiesto un finanziamento per la messa in sicurezza) e sulla Circumlacuale per la quale è stato approvato un progetto preliminare e nel mese di febbraio 2016 sarà approvato il definitivo, interventi questi che rappresenteranno un volano per l’economia e lo sviluppo turistico della città.  Sempre in questo senso è poi intenzione di questa Amministrazione connettere il territorio con reti di mobilità dolce (quali le piste ciclopedonali) e con reti ecologiche (corridoi verdi quali il lago e i parchi cittadini).

Sempre in tema di decoro, sta per essere ultimata la terza area dedicata allo sgambamento dei cani e il potenziamento del numero dei raccoglitori per le deiezioni canine sul territorio, in modo tale da garantire il decoro nella città.

Lavori pubblici e sostenibilità

Oltre alla prosecuzione dell’impegno per la manutenzione stradale ordinaria e straordinaria, continueremo l’impegno che già abbiamo assunto e sviluppato negli anni passati per la manutenzione costante del nostro patrimonio di edilizia scolastica: asili nido e scuole. I lavori, finanziati dal Comune o attraverso fondi sovracomunali, riguarderanno in prima battuta la scuola De Amicis (grazie ad un finanziamento di 320.000 euro) e la scuola Landi (per quest’ultima è previsto un rifacimento completo con fondi regionali per 3.700.000 euro). Inoltre, sempre grazie all’accesso a finanziamenti regionali, saranno eseguiti interventi di indagini diagnostiche sui solai e i controsoffitti degli istituti scolastici della città.

Altri impegni dell’Amministrazione riguardano il completamento dei lavori presso la Chiesa dell’Annunziata, la programmazione dell’ampliamento del cimitero comunale e investimenti sugli edifici pubblici per migliorare la sostenibilità economica e ambientale attraverso interventi per l’efficienza energetica e l’incremento dell’uso delle energie rinnovabili. Nel frattempo è già iniziato il percorso di adeguamento alle normative sull’inquinamento da illuminazione con la sostituzione dei corpi illuminanti in diverse zone della città.

Tra gli obiettivi in tema di sostenibilità quello di promuovere un’esperienza di cittadinanza attiva che porta la comunità locale a fare scelte strategiche dal punto di vista della mobilità e dell’energia con la finalità di raggiungere gli obiettivi comunitari che prevedono entro il 2020, la riduzione del 20% di emissioni di CO2, l’incremento del 20% di produzione di energia rinnovabile e la riduzione del 20% dei consumi.

Sicurezza

Sulla sicurezza stradale, oltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle vie cittadine, si introdurrà il targa system per verificare la regolarità dei veicoli in circolazione e dei conducenti e saranno realizzati nuovi attraversamenti pedonali rialzati per una maggiore sicurezza veicolare e pedonale. Si valuterà inoltre l’iniziativa “Pedone sicuro” che prevede l’allestimento di segnaletica luminosa che si attiva ad ogni attraversamento pedonale, in prima battuta sugli attraversamenti pedonali che si ritengono più pericolosi.

Infine, sarà diffuso alla cittadinanza il primo piano di protezione civile cittadino, strumento per la gestione delle emergenze e nella consapevolezza che la sua utilità è grantita soltanto dalla conoscenza e dalla larga diffusione dei suoi contenuti.

Trasporti

Tramite un accordo con i Comuni limitrofi è necessario progettare un piano di mobilità tra Genzano, i Castelli Romani e la Capitale, attraverso l’integrazione del sistema gomma-ferri, capace di assicurare rispetto al diritto dei cittadini di poter usufruire di un trasporto pubblico efficiente.  Proprio per questo il Comune di Genzano confermerà il proprio impegno in difesa della Stazione ferroviaria San Gennaro e nella battaglia per il raddoppio della linea Ciampino-Velletri.

Istruzione e formazione

Promuovere la cittadinanza tra le nuove generazioni, ipotizzando un Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze anche per gli studenti degli Istituti Superiori, da promuovere attraverso il confronto con le rappresentanze studentesche e i Dirigenti Scolastici. Sarà luogo utile per esprimere pareri anche sull’operato dell’Amministrazione comunale. Continuerà inoltre l’attenzione ad una cultura della legalità tra le giovani generazioni, non solo come azione di prevenzione ed educazione alle regole, ma come consuetudine ad una cittadinanza attiva che rafforza l’appartenenza alla comunità locale.

Per tutelare il diritto allo studio, inoltre, è confermato l’impegno anche nel prossimo triennio, a sostenere le famiglie più bisognose attraverso esoneri per la mensa e il trasporto scolastico e per la fornitura dei libri di testo. Resta fermo anche l’impegno sulla biblioteca comunale che già ad oggi si presenta come una vera eccellenza del territorio con un grande afflusso di utenti di tutte le età.

Attività produttive, sviluppo locale e beni culturali

Sostenere le attività produttive e commerciali significa promuovere lo sviluppo della città anche al livello turistico e culturale. Il commercio di vicinato va sostenuto e valorizzato nella sua funzione economica, rilevante anche per la qualità urbana, la socialità di una comunità, oltre che di servizio indispensabile per le fasce di popolazione con mobilità ridotta. Pensiamo a interventi sull’accessibilità, proponendo un allineamento degli orari, nonché agli opportuni interventi sul servizio dei mezzi pubblici. Il turismo è da promuovere a partire dalla valorizzazione delle nostre eccellenze e collegato alla promozione di esperienze originali che Genzano può offrire: valorizzare la “bellezza” e l’identità della città permetterà di indicare nuove opportunità per il lavoro creativo e turistico-ambientale e l’enogastronomia.

Resta obiettivo prioritario di questa Amministrazione ampliare la dimensione internazionale della città attraverso il ripensamento dinamico-educativo dei gemellaggi, della visibilità degli eventi, della dimensione dell’offerta culturale delle risorse locali, dell’utilizzo dei nostri beni culturali. Proprio in quest’ottica continueremo a promuovere le attività sul territorio, ad investire sulle nostre manifestazioni tradizionali come l’Infiorata, il Carnevale, la Festa del Pane, ad investire sul Parco e Palazzo Sforza Cesarini, oltre a continuare a promuovere le nostre luminare natalizie che di anno in anno stanno diventando un appuntamento di richiamo. mostre ed eventi hanno valorizzato il fiore all’occhiello della nostra città, hanno più che raddoppiato gli ingressi, incrementando le presenze di quasi 8mila visitatori in 4 anni. Gli incassi sono passati da 5mila a oltre 37mila euro, cifre alle quali vanno poi aggiunte le migliaia di visitatori in occasione di eventi ad ingresso libero: circa 140 occasioni pubbliche negli ultimi due anni tra conferenze, convegni, workshop e laboratori didattici. È importante, poi, valorizzare il Consorzio del pane e promuovere il nostro vino per la valorizzazione delle realtà di produzione locale e difendere le piccole caratteristiche realtà commerciali, a conduzione familiare anche tramite il loro sostegno nel Centro Commerciale Naturale.

Politiche sociali

La scelta resterà quella di mantenere alta la voce di bilancio per l’erogazione dei servizi sociali, costruendo il bilancio sulle famiglie e sulle persone bisognose, perché prima di tutto, con quasi tre milioni di euro stanziati nel 2015, ci sono le politiche sociali e assistenziali: asili nido, assistenza domiciliare, assistenza specialistica nelle scuole, contributi per le famiglie indigenti, esenzioni per la mensa e il trasporto scolastico, contributi per le persone ricoverate nelle residenze sanitarie e negli istituti di riabilitazione. Importante è l’impegno nella collaborazione con le associazioni di volontariato operanti sul territorio, alle quali intendiamo continuare a mettere a disposizione spazi pubblici per le attività di ascolto e di inclusione sociale.

Per gli anziani continueremo ad investire sulla domiciliarità come risposta efficace, contrastare la solitudine e consolidare la rete del centri sociale come opportunità di socializzazione ancora più aperta. Per i disabili prosegue l’attenzione al Dopo di noi, con un progetto già avviato insieme alla comunità di Capodarco; l’impegno sarà quello di sperimentare forme di co-housing e condomini solidali e continuare nella personalizzazione delle possibili risposte ai bisogni di tempo libero e di domiciliarità. Sarà inoltre promossa la Casa della Salute all’interno dell’ospedale di Genzano,  un’opportunità per migliorare in modo significativo la qualità dei servizi offerti, le sinergie tra sociale e sanitario per una presa in carico a 360° del cittadino.

Sport

La messa in sicurezza e ristrutturazione delle strutture sportive, nonché l’individuazione di nuovi spazi per lo sport all’aperto e la promozione di eventi e appuntamenti agonistici di alto profilo, restano pertanto motivi fondanti di questa Amministrazione. Si proseguirà nel regolarizzare tutte le convenzioni con le associazioni sportive che utilizzano gli impianti comunali. In altre parole la nostra amministrazione deve essere ancora una volta in prima fila a trovare quei modelli gestionali innovativi che ci hanno permesso di mantenere negli anni un’alta qualità di servizi erogati e una massiccia presenza di utenti di ogni età nelle nostre strutture sportive.  Resta tra gli obiettivi programmatici la volontà di reperire fondi per l’attuazione del piano regolatore che prevede nella Frazione Landi la realizzazione di un centro civico dotato di attrezzature sportive e ricreative di quartiere. 

Informatizzazione, trasparenza e comunicazione

L’informatizzazione dell’Ente pubblico sarà ulteriormente potenziata per garantire sempre maggiore accessibilità e facilità di reperimento di informazioni, bandi, avvisi e modulistica, rispondendo così alla necessità di dematerializzazione della carta e di snellimento delle pratiche burocratiche e delle code agli sportelli. Si conferma poi l’impegno di questa Amministrazione sui servizi di comunicazione diretta e immediata con il cittadino attraverso il sito internet istituzionale, le newsletter, i social network, la diffusione del periodico comunale e le assemblee pubbliche.