11 dicembre 2016

Pattinaggio – Per lo Skating Frascati un saggio di Natale coi fiocchi, Valente: “Nel 2016 obiettivo confermarsi”

E’ stata la festa che ci si attendeva, anzi forse anche qualcosa di meglio. Lo Skating Frascati ha chiuso il suo 2015 con un partecipatissimo saggio di Natale al quale hanno presenziato circa cento atleti della società del presidente Claudio Valente. «Siamo stati davvero felici di come sono andate le cose in quella giornata, soprattutto per l’emozione che ci hanno fatto vivere i nostri tesserati più piccoli e le sensazioni che hanno lasciato ai loro genitori. Lo spettacolo, basato ovviamente sul tema del Natale e della pace nel mondo, è durato circa due ore in cui ci sono state prime esibizioni singole, poi uno spazio per la novità del freestyle, l’ingresso di una nuova coppia artistico e infine gli show dei gruppi principianti, agonisti e pre-agonisti». Tanti applausi per tutti e appuntamento rinviato alla riapertura “vera” delle attività dopo l’Epifania. «Ma ci sono arrivate tante richieste, da parte soprattutto dei genitori dei più piccolini, di potersi allenare anche in questo periodo nei giorni non “rossi” del calendario – rivela Valente – e noi ovviamente ci siamo messi a disposizione: questo è il segnale dell’entusiasmo crescente che c’è nel nostro club e la conferma che siamo sulla strada giusta». Poi il pensiero del presidente dello Skating Frascati si volge al futuro prossimo, a quel 2016 che arriverà dopo un anno certamente positivo vissuto dal club tuscolano. «Confermarsi nello sport non è mai facile, anzi forse è ancor più difficile dell’affermarsi. Il nostro augurio è quello di vedere il miglioramento da parte di tutti i nostri iscritti, non solo dei più grandi ed esperti, ma anche di questa base forte che siamo riusciti a costruire e che vorremmo ancora più numerosa. Come non parlare, poi, della novità del freestyle che ha avuto un impatto davvero inatteso che mi rende orgoglioso anche come consigliere federale con competenze su questa disciplina e sullo skateboard: abbiamo capito che ci sono dei margini di crescita importanti e delle potenzialità da sfruttare al meglio. Infine – conclude Valente – stiamo studiando anche delle collaborazioni con compagini sportive del circondario che possano essere nostre società satellite: abbiamo tecnici competenti e una vasta esperienza per operazioni di questo tipo che ci potrebbero consentire di allargarci e crescere ancora come club».