Natale a Napoli questi gli appuntamenti dal 30 dicembre al 3 gennaio

“Il NATALE A NAPOLI 2015′ CHE NON SMETTE DI STUPIRE

Per i turisti e i cittadini gli eventi in città a cura dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo – Comune di Napoli

30-31 DICEMBRE 2015 – 1, 2 e 3 GENNAIO 2016

*Parafrasando Totò: ieri abbiamo preso il Trentuno e oggi prenderemo anche il Trenta*

Con un calendario fittissimo di appuntamenti prosegue IL NATALE A NAPOLI 2015 – NATIVITA’ – Nasce l’arte, Nasce il teatro, Nasce la filosofia, Nasce la musica, Nasce la scienza, Nasce l’archeologia, organizzato dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo per offrire ai cittadini e ai numerosissimi turisti presenti in città, una variegata proposta culturale e di intrattenimento.

Mercoledì 30 dicembre

Dalle 11.00 alle 13.00 – Stazione Centrale di piazza Garibaldi

Animazione con gli artisti di strada

Trampolieri, giocolieri, maghi, musicisti, clown, saltimbanchi, mimi (statue viventi), mangia-fuochi, circensi, cantastorie, truccabimbi e manipolatori di palloncini, si raduneranno in uno dei luoghi più emblematici degli ‘arrivi’ in città e daranno il benvenuto ai turisti con spettacolari performance.

Cori gospel e musica amplieranno questo simbolico comitato di benvenuto e, per l’occasione, alcuni pianisti, che hanno aderito spontaneamente all’evento, regaleranno mini-concerti utilizzando il pianoforte recentemente posizionato in stazione a disposizione di tutti.

I giovani del ‘Welcome to Naples’, servizio di prima accoglienza turistica del Comune di Napoli, presenzieranno distribuendo materiali informativi e dando informazioni in sette lingue.

Gli artisti di strada si esibiranno nelle strade e nelle piazze durante tutto il periodo natalizio.

Dalle 16.00 – Maschio Angioino

Concerto del Coro Gospel e dell’Orchestra “Accademia Musica è…”

Direttore di Coro M° Olimpia Penzo, Direttore d’Orchestra M° Vincenzo Penza

Dalle 18.00 – Spazio Comunale di Piazza Forcella in via Vicaria Vecchia, 23

DA BETLEMME A FOCELLA per i bambini e iragazzi del quartiere

“RAZZULLO E SARCHIAPONE” dalla “Cantata dei Pastori” scritto e diretto da Massimo Andrei con Benedetto Casillo e Giovanni Mauriello.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Con un racconto di Natale che con la coppia formata da Giovanni Mauriello e Benedetto Casillo punterà tutto sulle maschere di Razzullo e Sarchiapone e con una messinscena orientata verso quella comicità radicata nel teatro di tradizione napoletano, sarà possibile vedere un estratto dello spettacolo “Razzullo e Sarchiapone da La Cantata dei Pastori”. Grazie alla sinergia del produttore Maurizio Marino, del regista Massimo Andrei, degli attori Casillo e Mauriello e della compagnia con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo, la riduzione dello spettacolo, in scena al Teatro delle Palme fino al 7 gennaio, sarà qui replicato gratuitamente per i bambini e i ragazzi del quartiere. “Un incontro artistico in un quartiere difficile che sull’asse ideale ‘Napoli- Forcella – Betlemme’, proverà, attraverso il teatro, a ricostruire il tessuto civile della nostra società. Si tratta di un’operazione straordinaria, culturale e sociale, nel segno di una tradizione grandiosa come quella del teatro napoletano”, così l’Assessore Nino Daniele.

Info: piazzaforcella@comune.napoli.it
Riferimenti telefonici: 0817957796 – 0817957797

Dalle 20.30 – Basilica Santuario del Carmine Maggiore di Napoli,

Mottetto Pastorale in lode del SS.mo Crocifisso del Carmine

a nove voci, violini, tromba, due cornetti e due flauti di Gaetano Veneziano (1656 – 1716) di cui ricorre il prossimo anno il terzo centenario della morte, che sarà eseguito per la prima volta in tempi moderni, con strumenti originali.

Con collaborazione con la Fondazione Pietà de’ Turchini, le Associazioni “I Sedili di Napoli – Onlus” e “Officina delle Idee”, ai Fanzago Baroque Ensamble, unitamente alla straordinaria partecipazione dell’Associazione Culturale NarteA, a cui è affidato il compito di ricostruire il Cerimoniale Liturgico in costumi d’epoca, e grazie al supporto tecnico di tante realtà presenti sul territorio, “I Figlioli di Santa Maria di Loreto” fanno il loro ingresso nel panorama musicale cittadino. Questo progetto innovativo abbandona l’idea della semplice esecuzione musicale e si impone nell’offerta culturale garantendo la possibilità di rivivere per qualche ora le atmosfere di una Festa a Napoli nel Seicento. La caratteristica di novità risiede nel fatto che le esecuzioni musicali saranno eseguite negli stessi luoghi che videro la loro produzione proprio come il caso del Mottetto Pastorale di Gaetano Veneziano.

La storia:

Presso la Basilica Santuario del Carmine Maggiore di Napoli è custodito un Crocifisso Miracoloso del XIII secolo, protagonista di un miracolo avvenuto durante la guerra tra Angioini e Aragonesi per il possesso della città di Napoli. Le cronache raccontano che nel 1439, questo Crocifisso chinò il capo per sottrarsi a un colpo di bombarda sparato dagli Aragonesi. Da allora, con pompa solennissima, viene esposto alla venerazione dei fedeli solo nel periodo che va dal 26 dicembre al 2 gennaio. Durante i secoli, il 26 dicembre, le massime autorità della città di Napoli, andavano a prostrarsi per rendere omaggio a questo Crocifisso miracoloso. In tale occasione, il Popolo fedele del Regno di Napoli, al suono delle Campane di tutte le chiese e dai colpi di cannone di tutte le fortezze della città, si radunava presso la Basilica del Carmine Maggiore per ricordare l’evento prodigioso.

Cronoprogramma:

– Rintocco di Campana;

– Escono in processione dalla Sacrestia fino alla Porta Maggiore: i ministri, i frati, il Priore del Carmine con stola rossa;

– Intanto sul balcone del Crocifisso vi è un frate con cotta e stola, è il Custode del Crocifisso;

– I cantori intonano l’Inno Vexilla Regis appena si apre la porta della chiesa;

– Alla porta della Chiesa, il Priore spalanca la porta ed entra il Vicerè con gli eletti del Popolo;

– Processione all’interno della Chiesa fino alla Sacrestia;

– I Nobili restano nella navata;

– Il Viceré e il Priore salgono al Tabernacolo del Crocifisso;

– Il frate con la cotta consegna il laccio al Viceré;

– Terminato il canto del Vexilla Regis, il viceré cala il Velo, i nobili si inginocchiano e si esegue la Sinfonia avanti il Mottetto;

– Terminata la sinfonia, il frate recita l’orazione, gli attori escono;

– Inizia il Mottetto in Pastorale, per tutti, soli e orchestra.

Ispirandosi al nome di uno dei quattro antichi conservatori della città, l’Associazione Culturale “I Figlioli di Santa Maria di Loreto” fonda il proprio impegno nel recupero del patrimonio musicale napoletano, attraverso la riscoperta, lo studio, la ricostruzione filologica e l’esecuzione dell’immenso corpus di partiture a stampa e

manoscritte conservate nei fondi e negli archivi cittadini e non solo, a dimostrazione della diffusione, del prestigio e dell’influenza che la Scuola Musicale Napoletana ha esercitato nella corso della Storia.

Info: ma.rea79@virgilio.it – 333.3077650 – fb: i figlioli di santa maria di loreto

Giovedì 31 dicembre

Dalle 21.30 da piazza del Plebiscito alla Rotonda Diaz, passando per Castel dell’Ovo e il Lungomare Caracciolo

#NapoliGrandeSpettacolo – Capodanno 2016

Inserita da Trivago tra le migliori destinazioni per festeggiare il Capodanno 2016, Napoli non tradisce le aspettative dei numerosi cittadini e turisti che dalle 21.30 scenderanno in strada per aspettare e festeggiare tutti insieme il Nuovo Anno.

Si inizia alle 21: 30 con il tradizionale megaconcerto Concerto in piazza del Plebiscito durante il quale si esibiranno Max Gazzè, Enzo Avitabile & Bottari, e tanti altri ospiti tra cui Clementino, Nello Daniele, Lina Sastri, Daby Tourè, Rino Zurzolo e Tony Esposito. Durante la serata ci sarà anche un omaggio/tributo al grande Pino Daniele.

Alle 00:30 discoteca sul Lungomare che prevede quattro palcoscenici in quattro postazioni differenti, in base ai differenti generi musicali proposti: Piazza Vittoria – Showcase Capone, Gnut, Nelson, Daniele Sepe, Andrea Tartaglia, Aldolà Chivalà, Alessio Sollo (The collettivo) very special guest: Tueff e Lucariello Rotonda Diaz – Ibiza Dancefloor Cerino Testarossa, Mark William’s, Gianpiero xp, Marta Martinez, Timo Suarez Switch Party Gianni Romano, Lexa Hill, Kriis Via Partenope – Latino Gino Latino, El Fenomeno, A. Barbato Borgo Marinari – Revival 70, 80 Ivano Petagna, Marco Pesacane. All’ 1:30 fuochi a Castel dell’Ovo con lo straordinario spettacolo pirotecnico dei fuochi d’artificio che illumineranno Castel dell’Ovo e il Golfo per dare il benvenuto al nuovo anno. La nuova comunicazione visiva del Capodanno a Napoli 2016 ha scelto l’hashtag #NapoliGrandeSpettacolo da utilizzare sui social per condividere e viralizzare l’esperienza di questa magica notte.

Venerdì 1 gennaio

Dalle 19.00 – Auditorium di Scampia

Concerto del Coro Giovanile del Teatro di San Carlo diretto dal M° Carlo Morelli

“CHANGE – la Musica cambia” che, attraverso le storie di vari personaggi, racconta come la musica riesca ad avere un’influenza positiva, o talvolta addirittura un ruolo determinante nella vita delle persone; al contempo si cerca di abbattere tutti i cliché e il luoghi comuni che riguardano la musica, attraverso la condivisione e l’unione tra coloro che provengono da formazioni e contesti socio – culturali differenti.

Il musical è stato ideato, scritto e musicato dai ragazzi del coro che inoltre, con l’aiuto di Maestri come Gennaro Cimmino, Chiara Barassi, Bruno Garofalo e Gennaro Monti, si sono cimentati anche nel ballo e nella recitazione. Tutto ciò contribuisce a rendere ancora più unico lo spettacolo.

Ingresso gratuito

ore 19.30 – Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare

, Viale Kennedy 54

21° Concerto di Capodanno della Nuova Orchestra Scarlatti

“Napoli, Vienna e….”

Pagine vocali e strumentali di G. Rossini, G. Donizetti, J. Strauss jr., G. Verdi, Pino Daniele, Roberto De Simone e al. Soprani Claudia Nicole Calabrese, Naomi Rivieccio, baritono Antonio Cappetta, direttore Filippo Arlìa

Una formula di successo per emozioni sempre nuove, da Strauss a un inedito omaggio a Pino Daniele. Dopo le calorose accoglienze delle passate edizioni torna l’appuntamento sempre atteso dal pubblico, napoletano e non solo: il Concerto di Capodanno della Nuova Orchestra Scarlatti, giunto alla sua ventunesima edizione, quest’anno con il titolo ‘Napoli, Vienna e …’, che si terrà venerdì 1 gennaio, ore 19.30, presso il Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli (Viale Kennedy 54): uno degli eventi clou di Natale a Napoli, la rassegna promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Il palco del Teatro Mediterraneo darà spazio per l’occasione a una formula dal successo collaudato, rivestita di nuove, inedite emozioni: un cocktail sinfonico-vocale brillante e avvincente di colori musicali diversi, italiani, viennesi, napoletani, dal Rossini della Gazza ladra al Verdi del ‘Brindisi’, dal Donizetti sentimentale e buffo del Don Pasquale, e di un’esilarante scena tratta dalle Convenienze e inconvenienze teatrali, allo Strauss fascinoso avvolgente di Rose del Sud. Poi un assolo jazz avvierà un viaggio esclusivo dentro il cuore della musica partenopea che, dall’anima blues e metropolitana di Pino Daniele, con originali versioni orchestrali di alcune tra le sue più amate canzoni, risalirà attraverso il De Simone della Gatta Cenerentola (e non solo) fino alla tradizione della canzone classica napoletana, con alcuni evergreen in versione sinfonica di nuovo mescolati a Strauss in un crescendo di emozioni.

Tre giovani voci arricchiranno il programma: i soprani Claudia Nicole Calabrese e Naomi Rivieccio, e il baritono Antonio Cappetta, e un giovane talento sarà anche il direttore sul podio della Nuova Scarlatti, il calabrese Filippo Arlìa.

I biglietti per il Concerto di Capodanno della Nuova Orchestra Scarlatti sono in vendita al prezzo di 22,00 euro, con posto numerato, on line su www.azzurroservice.net e presso i punti vendita TicketOnLine.

Info: info@nuovaorchestrascarlatti.it www.nuovaorchestrascarlatti.it

Sabato 2 gennaio

Dalle 10.00 alle 19.00 – Convento di San Domenico Maggiore, vico San Domenico 18

Apertura al prezzo speciale di 3 euro

Le mostre:

– L’ALTRO OTTOCENTO

Opere scelte dalla collezione della Provincia di Napoli oggi città Metropolitana

a cura di Isabella Valente

– MAGNA – mostra agroalimentare napoletana

Ore 16.00 – Mostra d’Oltremare – Teatro dei Piccoli

Concerto “Piccola musica” a cura di Le Nuvole, teatro-arte-scienza € 8

Info: lenuvole@teatrodeipiccoli.it – 081 2395653

Dalle ore 17.30 – Masseria Luce, Via Santissima della Luce – San Pietro a Patierno Museo Laboratorio della civiltà contadina

Presepe vivente – animato un gruppo di tammorre, un coro di bambine e da un gruppo di

ballo a cura dell’associazione Maria Santissima della Luce e del Liceo Cuoco-Campanella

Info 333 66 34 120 – 081 44 02 00

Ore 20.00 – Convento di San Domenico Maggiore, vico San Domenico 18

Natale in tradizioni – Concerto-teatro di musica e tradizione popolare

a cura di Ass. Gymnasium

Info: teatrante.gennaro@yahoo.it – 331 94 19 600 – 348 492 17 59

ore 20.00 – PAN | Palazzo Arti Napoli

Luce ‘e stella – canzoni originali di Giovanna Panza

Concerto a cura di Lo sguardo che trasforma

€ 10

Info: 3914143578 – 0816584973 – losguardochetrasforma@gmail.com

Domenica 3 gennaio

Dalle 10.00 alle 19.00 – Convento di San Domenico Maggiore, vico San Domenico 18

Apertura al prezzo speciale di 3 euro

Le mostre:

– L’ALTRO OTTOCENTO

Opere scelte dalla collezione della Provincia di Napoli oggi città Metropolitana

a cura di Isabella Valente

– MAGNA – mostra agroalimentare napoletana

Ore 11.00 – Mostra d’Oltremare – Teatro dei Piccoli

Concerto “Piccola musica” a cura di Le Nuvole, teatro-arte-scienza € 8

Info: lenuvole@teatrodeipiccoli.it – 081 2395653

Dalle ore 17.30 – Masseria Luce, Via Santissima della Luce – San Pietro a Patierno Museo Laboratorio della civiltà contadina

Presepe vivente – animato un gruppo di tammorre, un coro di bambine e da un gruppo di

ballo a cura dell’associazione Maria Santissima della Luce e del Liceo Cuoco-Campanella

Info: 333 66 34 120 – 081 44 02 00

Ore 18.30 – Convento di San Domenico Maggiore – Sala del Capitolo, vico San Domenico 18

Urbs sanguinum – alla ricerca di prodigi di sangue a Napoli – spettacolo teatrale

a cura di Lo sguardo che trasforma € 12 sconti per gruppi

Info: 3914143578 0816584973

losguardochetrasforma@gmail.com

Ore 20.30-21.00/21.00-21.30/21.30-22.00 – PAN | Palazzo Arti Napoli

Cinque bicchieri di vino spettacolo teatrale a cura di Teatro dell’Osso

quattro repliche negli orari indicati

€ 12 più degustazione

Info: 3291850120

Aperture siti

Complesso Conventuale di San Domenico Maggiore:

– mercoledì 30 dicembre dalle 10.00 alle 19.00 (La biglietteria chiude 1 h prima) Ingresso euro 7

– Giovedì 31 dicembre dalle 10.00 alle 13.00 (La biglietteria chiude 1 h prima)

Ingresso euro 7

– Venerdì 1 gennaio Chiuso

Apertura straordinaria a 3 euro sabato 2 e domenica 3 gennaio 2016

Le mostre:

– L’ALTRO OTTOCENTO

Opere scelte dalla collezione della Provincia di Napoli oggi città Metropolitana

a cura di Isabella Valente

– MAGNA – mostra agroalimentare napoletana

PAN|Palazzo delle Arti Napoli, via dei Mille 60

Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 20.00

Giovedì 31 dicembre dalle 9.30 alle 14.30.
Il 1 gennaio dalle ore 14.30 alle 19.30.

Le mostre:

– C.A. BIXIO. Musica e Cinema nel ‘900 italiano. Fino al 10 gennaio

– 20 ANNI CON PINO (addòve!) Fotografie e video di Alessandro d’Urso. Fino al 10 gennaio

– COROPOLIS. UTOPIA POSSIBILE. Mostra dibattito sul recupero delle aree dismesse. A cura di Nicola Pagliara. Dal 15 dicembre al 6 gennaio

– GRUPPO MUTANDIS . Dal 15 dicembre al 4 gennaio

Castel dell’Ovo

Nei giorni feriali il castello è aperto dalle 9.00 alle 19.00 (ultimo accesso 18.15)

Nei giorni festivi dalle 9.00 alle 14.00 (ultimo accesso alle 13.15)

In mostra:

– L’URLO INDIFFERENTE. Sui luoghi di Giovanni Battista De Gasperi.

22 fotografie di Stefano Cioffi che riprendono i luoghi descritti nel diario di guerra dal naturalista e

geografo, nonché ufficiale alpino, Giovanni De Gasperi, morto in battaglia nel 1916.

Fino al 10 gennaio

APERTURE FESTIVI E PREFESTIVI

AL MASCHIO e DINTORNI…
con il supporto organizzativo del Servizio Patrimonio Artistico e Beni Culturali.

31 dicembre 2015 giovedì

Maschio Angioino

Museo Civico, dalle ore 9,00 alle ore 14,30 (ultimo ingresso ore 14,00). Biglietto d’ingresso euro 6,00.

Complesso Monumentale dell’Annunziata

Ruota e Succorpo, dalle ore 9,00 alle ore 14,30. Ingresso gratuito

Salone delle Colonne dalle ore 9,00 alle ore 15,00, Mostra “Annunciazione, Maternità, Gioco Sacro” di Riccardo Dalisi.

Complesso Monumentale di San Severo al Pendino

Dalle ore 9,00 alle ore14,00, XXX edizione della Mostra di artigianato presepiale. Ingresso 1 euro.

1 gennaio 2016 venerdì

Maschio Angioino

Dalle ore 9,00 alle 14,00 Cortile, della Sala dei Baroni, Sala dell’Armeria – con affaccio sugli arsenali. Ingresso gratuito.

2 gennaio sabato

Maschio Angioino

Museo Civico, dalle ore 9,00 alle ore 19,00 (ultimo ingresso ore 18,30). Biglietto d’ingresso euro 6,00.

Complesso Monumentale dell’Annunziata

Ruota e Succorpo, dalle ore 9,00 alle ore 19,00. Ingresso gratuito

Complesso Monumentale di San Severo al Pendino

Dalle ore 9,00 alle ore 19,00, XXX edizione della Mostra di artigianato presepiale. Ingresso 1 euro.

3 gennaio domenica

Maschio Angioino

Dalle ore 9,00 alle 14,30 (ingresso fino alle ore 14,00) Cortile, della Sala dei Baroni, Sala dell’Armeria – con affaccio sugli arsenali. Ingresso gratuito.

Complesso Monumentale di San Severo al Pendino

Dalle ore 9,00 alle ore 19,00, XXX edizione della Mostra di artigianato presepiale. Ingresso 1 euro.

Museo Aperto

Tutti i giorni dalle ore 9,00 alle 13,00

Chiese:

San Pietro a Maiella – via San Pietro a Maiella 4

San Lorenzo Maggiore – Piazza san Lorenzo

Chiesa santa Maria della Pace – via dei Tribunali 228

Chiesa Santa Caterina a Formiello – P.zza E. De Nicola 49

Basilica di Santa Chiara -via Benedetto Croce/ via Santa Chiara 49/c

Chiesa di San Domenico Maggiore – Piazza San Domenico Maggiore 8/a

Chiesa Sant’ Angelo a Nilo – Piazzerra Nilo

Chiesa San Giorgio Maggiore – via Duomo, 237/a/ Piazzetta Crocella ai Mannesi

Chiesa di Santa Maria Coeli – largo Regina Coeli

Chiesa dei SS. Apostoli – largo Ss. Apostoli 9

Chiesa di san Giovanni a Carbonara – via San Giovanni a Carbonara

Santa Maria del Carmine Maggiore – Piazza del Carmine 2

Chiesa di Sant’ Eligio Maggiore – Piazza Sant’ Eligio 4

Chiesa di Santa Maria Egiziaca a Forcella – Corso Umberto I – 190

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano – Piazza Nolana 18

Chiesa di San Pietro ad Aram – corso Umberto I – 292

N.b. Le visite sono sospese durante la celebrazione eucaristica.

loading...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8375 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.