4 dicembre 2016

Yves Matton, Direttore di Citroën Racing commenta i titoli ottenuti nel WTCC

 

«E’ un peccato che il podio non abbia quattro gradini. Ne avremmo avuto bisogno, visto i quattro risultati ottenuti con José María López, Yvan Muller, Sébastien Loeb e Ma Qing Hua! E’ un risultato storico, mai visto prima nella storia del WTCC e del gruppo PSA Peugeot Citroën… Con 21 vittorie in 24 gare il team ha stabilito un nuovo record di punti in un’unica stagione. Per quanto riguarda la classifica piloti anche Pechito López ha battuto o eguagliato diversi record. Tutto ciò è il risultato del lavoro di un’intera squadra: piloti, ingegneri, meccanici, e di chi lavora nell’ombra. Abbiamo appena conquistato il quindicesimo titolo mondiale di Citroën, dopo quelli ottenuti nel rally raid e nel WRC. »  

L’ultimo Consiglio Mondiale della FIA ha introdotto dei cambiamenti al regolamento del WTCC. Come commentate queste novità?

«Alcune idee come il MAC3 (Manufactures Agaist the Clock, ossia prova a cronometro per squadre, ndr) o l’introduzione , per la domenica di gara, dell’”Opening Race” e della “Main Race” ( rimpiazzano sostanzialmente le attuali Gara 1 e Gara 2) sono idee innovative, ma dovremo attendere qualche appuntamento per verificarne gli effetti in termini di immagine, spettacolo o suspense. Naturalmente non siamo d’accordo con le nuove regole per i pesi di compensazione, principalmente create per penalizzare le Citroën C-Elysée WTCC. Il sistema in vigore da anni sembrava andare bene alle parti coinvolte. Ma invece di lamentarmi, vorrei sottolineare quanto questo cambiamento valorizzi ulteriormente l’eccezionale livello del team, dell’auto e dei piloti. Oggi guardiamo alla stagione 2016. Tutti sono motivati e decisi a lavorare ancora più duramente per mantenere il vantaggio e continuare a vincere. Siamo pronti a difendere i nostri titoli. » 

Le ultime settimane sono state segnate dalle reazioni per la fine della collaborazione tra Citroën e Sébastien Loeb. Cosa può dire ai fan che ancora sono increduli?

«La comunicazione mediatica e la ricerca del sensazionale amplificano e deformano spesso le reazioni. Seb non è stato ‘licenziato’, come ha scritto qualcuno. E’ sempre parte del gruppo PSA Peugeot Citroën e la sua nuova sfida con Peugeot Sport, nel futuro della sua eccezionale carriera, non rappresenta un piano B. Ha scelto di impegnarsi nell’avventura del Dakar e continueremo a seguirlo molto da vicino! Ma non si può negare che si chiude un importantissimo capitolo della storia di Citroën Racing. La nostalgia lascerà presto il posto a grandi ricordi. A titolo personale sono orgoglioso e felice di aver lavorato con Seb nelle varie tappe della sua carriera con Citroën. » 

Il gruppo PSA Peugeot Citroën ha annunciato la nomina di Jean-Marc Finot a Direttore del Centro di Eccellenza Sport Automobilistici. Come cambierà il suo ruolo?

«Dal 1° gennaio 2016, Jean-Marc Finot guiderà le attività sportive di tutti e tre i marchi del Gruppo. A settembre 2016 ci troveremo tutti a lavorare nel sito di Versailles Satory. Xavier Mestelan sovrintenderà agli impegni sportivi di DS Performance, e io a quelli di Citroën Racing. Mi congratulo con Xavier per la sua nomina. Abbiamo vissuto grandi momenti insieme, nel WRC o nel WTCC, e la sua esperienza sarà molto utile sui circuiti di Formula E. Ricoprirò anche il ruolo di referente del Gruppo PSA per lo sport automobilistico. Questo significa che sarò il contatto tra dirigenti, promotori di campionati e gli altri costruttori, nell’ambito dei gruppi di lavoro che studiano le evoluzioni delle discipline e il futuro dello sport automobilistico. Questa prospettiva sarà utile al coinvolgimento di PSA Peugeot Citroën negli impegni attuali e futuri. »

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.