7 dicembre 2016

Rieti – Il 23 dicembre l’inaugurazione della mostra del maestro Enrico Benaglia

 

Dal 23 dicembre al 6 gennaio aprirà al pubblico, presso la Sala mostre del Palazzo comunale, la mostra “Enrico Benaglia – L’ulivo sacro” dove l’ulivo, simbolo del nostro territorio, è la costante capace di coinvolgere il pubblico che sarà rapito dal linguaggio dell’anima e dal racconto leggero di storie, antichi amori, respiri universali. Al centro dei dipinti spesso ci sono l’uomo e la donna, e il loro rapporto con la nostra magnifica terra.

La mostra, realizzata nell’ambito del progetto Expo “Reatewell, quando il cibo è storia” con il Comune di Rieti capofila, è curata da Alida Maria Sessa e presentata in un catalogo pubblicato grazie a una collaborazione con la Camera di Commercio di Roma e “LazioTerre dell’olio”.

Parteciperanno all’allestimento della mostra e alla sua gestione gli allievi della 4 A del Liceo Artistico, indirizzo arti figurative coordinati dalla professoressa Fulvia Di Simone.

Mercoledì 23 dicembre alle 18 ad inaugurare la mostra, insieme al maestro Benaglia, saranno presenti il sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, l’assessore alle Attività produttive, Emanuela Pariboni, il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini, il consigliere regionale Daniele Mitolo e Carlo Hausmann, direttore generale di ARM, Azienda Romana Mercati, azienda speciale della Camera di Commercio di Roma.

Seguirà una degustazione di olio extra vergine di oliva a “Sapori di Natale” in via Garibaldi 278, uno spazio aperto per le feste da Cento per cento Gusto e Campagna Sabina, partner del progetto per Expo “Territori capaci di futuro: cibo, turismo e cultura in provincia di Rieti”, due imprese femminili coinvolte nel PLUS, che propongono anche cibi e prodotti locali dei piccoli produttori di eccellenza del territorio.

About Emanuele Bompadre 8252 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.