5 dicembre 2016

Calcio – Serie A, Mancini: “Dovevamo avere più pazienza”

Foto LaPresse - Spada 27 Settembre 2015 Milano ( Italia) Sport Calcio Inter - Fiorentina Campionato di Calcio Serie A TIM 2015 2016 - " Stadio San Siro " Nella foto: mister manciniPhoto LaPresse - Spada 27 September 2015 Milan ( Italy) Sport Soccer Inter - Fiorentina Italian Football Championship League A TIM 2015 2016 - " San Siro Stadium " In the pic: head coach mancini

All’Inter non basta il gol di Icardi, l’ultimo impegno ufficiale del 2015 nerazzurro vede la Lazio espugnare il Meazza grazie alla doppietta di Candreva: “Sapevamo sarebbe stata una gara difficile, ma abbiamo fatto tutto da soli – ha commentato Roberto Mancini a fine match -. Sono dispiaciuto perché abbiamo regalato la partita”.

“Troppe feste? Non credo, ovviamente bisogna mantenere la concentrazione fino all’ultima partita dell’anno. Non mi è piaciuto granché il riscaldamento, ma siamo riusciti ad agguantare il pareggio e abbiamo buttato via ancora il match subendo il 2-1 per colpa di una stupidaggine. Purtroppo non abbiamo giocato bene, ma la Lazio non ha fatto nulla per vincere e a volte si possono portare a casa punti anche giocando male. Questa sconfitta ci deve servire da lezione”.

“Eravamo troppo lunghi, ma l’abbiamo rimessa in piedi nella ripresa e loro non uscivano dall’area di rigore – ha proseguito -. Dovevamo avere più pazienza, il pareggio poteva essere giusto ma buttarla via così non va bene. Pensavamo di metterli in difficoltà con Perisic e Biabiany sugli esterni e Icardi-Jovetic centrali. Invece abbiamo attaccato poco, senza mai mettere in difficoltà la difesa della Lazio. Eravamo anche troppo lunghi e facevamo fatica ad accorciare la squadra”.

“Pressioni dalle inseguitrici? Il campionato è lungo. Avremmo firmato per essere in testa a fine anno, ma potevamo avere qualche punto di vantaggio in più. Ci siamo rovinati un po’ il Natale con questa gara, ma siamo ancora primi. Chi è favorito per lo scudetto? Le squadre che sono in testa lotteranno fino all’ultima giornata, ma credo che Juventus, Napoli, Fiorentina e Roma abbiano qualcosa in più”.

Infine, sulla posizione di Marcelo Brozovic: “Fa ancora fatica a giocare nei due di centrocampo, se abbiamo anche due ali e due centravanti. Corre tantissimo, ma è molto portato ad attaccare. Col tempo potrà farlo tranquillamente e diventerà un grandissimo centrocampista”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5947 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.