10 dicembre 2016

Calcio – Serie A, òe dichiarazioni rilasciate nel post partita di Frosinone-Milan

MISTER MIHAJLOVIC (CONFERENZA STAMPA)

“Penso che sia stata una vittoria meritata, abbiamo avuto la possibilità di sbloccarla subito ma stando sereni abbiamo vinto la partita. Abbiamo vinto e questo è quello che conta. I ragazzi dovevano avere pazienza, nel primo tempo ce ne avevamo meno, nel secondo di più, una volta fatto gol la partita è stata in discesa, guardiamo positivo, con lavoro e recupero degli infortunati ci sono tanti margini di miglioramento. Non ti puoi mai rilassare, il peggio può arrivare da un momento all’altro. Dopo la gara con il Napoli sono stati tutti risultati positivi a parte la Juventus. Dobbiamo andare avanti e non mollare, c’è un gruppo unito e tutti si mettono a disposizione. C’è un bello spirito di gruppo e solo vincendo possiamo chiudere la bocca a tutti quelli che hanno parlato di noi. Il Frosinone è una squadra che si trasforma in casa, lo sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, mi è piaciuto l’atteggiamento dei miei ragazzi. Il panettone ha sempre lo stesso gusto ma a me piace più salato che dolce. Honda se gioca come oggi giocherà sempre, sono soddisfatto di lui. Bonaventura fino ad oggi è stato uno dei migliori, è stato in dubbio fino all’ultimo momento, è stato bravo lo staff medico e lui. Ha fatto anche gol”.

ADRIANO GALLIANI:
“La vittoria si somma a quella di Genova contro la Samp quindi due trasferte vinte. Abbiamo fatto bene, molte note positive, bene anche la mediana. La vittoria in Coppa Italia ha avuto esiti positivi, che ci consente di andare avanti bene, passiamo un bel Natale. Siamo sesti in classifica, non è straordinario però bene, peccato per i due pareggi con Verona e Carpi. Quando i risultati arrivano è un bene per tutti. Non segnavamo 4 gol in rimonta in trasferta dalla partita contro il Lecce del 23/10/2011, dove fece tre gol il Boateng, noi il 4 di Gennaio depositeremo il contratto di Boateng e sarà poi a disposizione del mister. Su Menez bisogna sentire il dottor Tavana, abbiamo solo due lungo degenti che sono Mario Balotelli e Menez, speriamo di recuperarli in tempi brevi e cercare di fare un 2016 migliore del 2015. Non aggiungiamo altro, passiamo un Buon Natale.”

RICCARDO MONTOLIVO
“C’era grande voglia di portare a casa i tre punti, purtroppo nel primo tempo forzavamo troppo nelle giocate, potevamo soffrire meno ma abbiamo fatto quattro gol quindi bene così. Non necessariamente bisogna mettere tanti attaccanti per essere pericolosi, quando la squadra riesce a giocare in maniera equilibrata le occasioni le creiamo e quindi bravi tutti. C’è un grande rapporto con il mister, perché è una persona vera e diamo tutto per lui e per il Milan. I pareggi con Carpi e Verona danno ancora fastidio, ma abbiamo passato il turno in Coppa Italia e abbiamo vinto oggi quindi bene così. Quest’anno avremo una preparazione diversa rispetto all’anno scorso, per noi gennaio sarà un mese cruciale”.

IGNAZIO ABATE
“Sono contento che il mio gol ci abbia fatto pareggiare, la squadra come atteggiamento oggi mi è piaciuta. Nel secondo tempo ci siamo guadagnati la vittoria meritatamente. Quando dobbiamo dirci qualcosa noi ce le diciamo nello spogliatoio, mi spiace per il mister che viene sempre attaccato ma ha le spalle larghe e si sa difendere da solo. Noi non molleremo niente e potete scommetterci che fino alla fine daremo il massimo per arrivare alto in classifica. Abbiamo una classifica che dobbiamo metterci in testa non ci deve appartenere. Se mettiamo questo spirito è dura batterci. Il Mister è un uomo leale, quando ci deve sgridare ci sgrida, quando deve farci i complimenti ce li faQuesta squadra ha dimostrato di essere una buona squadra, ma per diventare una grandissima squadra dobbiamo trovare continuità. Io sono convinto che sia più un problema mentale perché le qualità le abbiamo e si vede quando mettiamo il giusto atteggiamento in campo. In settimana diamo l’anima ci alleniamo bene e ci deve far riflettere il fatto che poi magari in partita non facciamo grandi prestazioni e questo ci deve fare arrabbiare e stimolare sempre di più.”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5994 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.