10 dicembre 2016

Calcio – Serie A, le dichiarazioni rilasciate da mister Mihajlovic, il capitano Riccardo Montolivo e Ignazio Abate

MISTER MIHAJLOVIC
“Domani sarà una partita molto importante, pensavo di avere qualche punticino in più anche se dopo la sconfita col Napoli abbaimo fatto bene. Abbiamo grandi margini di miglioramento ma possiamo migliorare e risalire. Domani sarà una partita difficile, il Frosinone è forte in casa, se giochiamo come abbiamo dimostrato e mantenere la compattezza difensiva, migliorae come personalità e precisione, possimao vincere. Sarà una battaglia dal primo all’ultimo minuto, la vittoria contro la Sampdoria ci ha dato fidcia e dobbiamo continuare a vincere. Contro la Sampdoria abbiamo fatto bene e la vittoria non era scontata ma dobbiamo continuare e pensare partita dopo partita. Abbiamo grandi margini di miglioramento ma ora pensiamo al Frosinone. Dobbiamo essere più incisivi in avanti, quello che manca è la finalizzazione sulle occasioni da gol, serve personalità e precisione. Dobbiamo mantenere solidità e compattezza difensiva ma dobbiamo sfruttare le occasioni. So che il Milan ha speso 80 Milioni nel mercato per Romagnoli, Bertolacci e Bacca ma stanno facendo tutti molto bene, i soldi sono stati spesi bene e non è sempre così. Il campionato italiano è sicuramente più difficile degli altri. L’unica partita che non meritavamo di pareggiare ma di perdere è quella contro l’atalanta, le altre non meritavamo il pareggio secondo me. Potevamo avere 4 punti in più. Penso comunque che a fine campionato queste cose si compensano, punti persi per demerito nostro, come a Verona che abbiamo avuto occasioni. Balotelli e Menez sono importanti e per 4 mesi abbiamo avuto solo 3 attaccanti disponibili su 5. Menez è stato fondamentale l’anno scorso e non l’abbiamo mai avuto. Balotelli l’abbiamo avuto poco, come Bertolacci. Con il lavoro e recupero degli infortunati possiamo risalire e fare un ottimo campionato. Di mercato se ne parla con la società, abbiamo idee chiare, non sarà un mercato semplice. prenderemo giocatori che possono fare la differenza. Abbiamo Montolivo, Bertolacci, Mauri, Poli: quattro giocatori per due posti. I giocatori devono saper attaccare e difendere, Montolivo è offensivo ma ha recuperato più palloni di tutti. Nocerino si è allenato, lui e Suso sono stati con noi ma cercheremo di sicuro qualche uscita. Quello che non vorrei vedere domani sono i primi 20 minuti con il Carpi, come il Frosinone sappiamo come partono. Lanci lunghi e fare uscire le nostre qualità tecniche. Bonaventura è uscito dalla partita contro la Samp per un indurimento sull’adduttore ma ha fatto una risonanza e non c’è nulla, penso che domani sarà a disposizione. Forse giocherà Honda domani”.

RICCARDO MONTOLIVO
“La partita di domani sarà molto delicata ma andremo la per fare la partita e vincere. Speravamo di avere qualche punto in più ma si gira pagina, domani sarà battaglia ma vogliamo i tre punti. Ho grande voglia di rifarmi, la mia partita di domenica non è stata buona ma sono stato fischiato altre volte, sono il primo ad essere autocritico e avrò voglia di rifarmi, i fischi sono motivazione a fare di più e meglio. E’ più importante dare compattezza alla difesa ma è anche giusto cercare di concretizzare. Bertolacci è un giocatore di qualità che può anche fare inserimenti palla al piede, con caratteristiche diverse da noi altri centrocampisti. Non ho ancora idee di formazione. Mentalmente dobbiamo lavorare, sicuramente a livello di inconscio. Non tutti accendono la spina nello stesso momento e può capitare di restare sorpresi. Contro Inter, Udinese, Samp eravamo sul pezzo fin dall’inizio. Dobbiamo migliorare comunque. Non è detto che ci servirà un centrocampista, ne abbiamo già tanti”.

IGNAZIO ABATE
“Dobbiamo cercare di trovare continuità. Leggendo da fuori sembra una polveriera ma da dentro non è così, lavoriamo e siamo tutti uniti e alla fine dell’anno sono sicuro che ci troveremo nella parte alta della classifica. Domani saranno 3 punti fondamentali. Creiamo tanto e siamo sulla strada giusta, dobbiamo continuare così. Domani srà una battaglia, metteranno in campo aggressività e determinazioni, le armi che dobbiamo fare anche nostra. Dovremo essere solidi e cinici davanti per sbloccare la partita. Mi sono arrabbiato per il giallo perchè per me era eccessivo. Per il 2016 vogliamo vincere e arrivare in Europa”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.