5 dicembre 2016

Il centrocampista giallorosso e l’ex coach della nazionale di basket a colloquio con gli studenti

Il rispetto dei valori. Dentro e fuori il rettangolo di gioco. All’Istituto Comprensivo “Via Luchino dal Verme” il calciatore della Roma, Mohamed Salah, e l’ex coach della Nazionale di basket, Valerio Bianchini, hanno intrattenuto gli studenti illustrando l’importanza dei valori etici e morali nello sport sul tema “A scuola di tifo”. Un evento organizzato dalla Fondazione Roma Cares (attiva in varie iniziative di beneficenza) in collaborazione con l’AS Roma e Roma Capitale, in un programma didattico rivolto ai ragazzi e ai bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Capitale, con la partecipazione diretta dei giocatori giallorossi. Tanti i progetti della fondazione benefica giallorossa che ha un obiettivo fondamentale, quello di promuovere valori educativi e positivi nello sport. Roma Cares promuove i valori contro ogni discriminazione, senza alcuna distinzione di razza, religione, sessualità o sesso. L’associazione è impegnata nello sviluppo di progetti volti a combattere qualsiasi comportamento discriminatorio.  L’iniziativa itinerante è realizzata attraverso una serie di incontri formativi ed educativi nell’insegnamento del Fair Play.

Il rispetto è un valore assoluto, come nello sport anche nella vita di tutti i giorni – ha dichiarato il centrocampista giallorosso Mohamed Salah senza distinzione, di razza, colore e religione. In una squadra è fondamentale rispettarsi reciprocamente per poter raggiungere insieme gli obiettivi”.

L’intervento del nazionale egiziano è stato sottolineato anche dalla responsabile delle relazioni istituzionali del club giallorosso, Catia Augelli, la quale ha twittato l’immagine dell’incontro tra Salah e gli studenti.

Assai lodevole l’iniziativa della Fondazione Roma Cares – ha rimarcato il team manager e coach Valerio Bianchinidi portare i giocatori della Roma nelle scuole romane a parlare con i giovani di temi importanti come il rispetto per gli altri nello sport e nella vita. Sono infatti gli sportivi oggi gli idoli dei ragazzi e tocca a loro dare l’esempio. Come sostiene l’Onlus giallorossa, è fondamentale educare i tifosi del domani. Presto collaboreranno con la loro partecipazione anche i nostri giocatori dell’Eurobasket Roma. Nello sport soprattutto l’allenatore ha un compito fondamentale: è un educatore. Deve porre gli atleti davanti al compito di essere un modello per i più giovani, sia come giocatore e sia come cittadino nella vita di tutti i giorni”.

Marco Tosarello