5 dicembre 2016

Papa all’Angelus: convertirsi è impegno concreto di giustizia e solidarietà

Nel Vangelo della terza Domenica di Avvento, Giovanni il Battista invita tutti a convertirsi, condividendo i beni essenziali con i poveri. Ai soldati dice di non estorcere niente a nessuno e agli esattori delle tasse dice di non esigere nulla di più della somma dovuta. Ecco la riflessione del Papa:

“Cosa vuol dire questo? Non fare tangenti! E’ chiaro! … Dagli ammonimenti di Giovanni Battista comprendiamo quali fossero le tendenze generali di chi in quell’epoca deteneva il potere, sotto le forme diverse … le cose non sono cambiate tanto!”.

Convertirsi è un impegno concreto:

“Bisogna cambiare direzione di marcia e intraprendere la strada della giustizia, della solidarietà, della sobrietà: sono i valori imprescindibili di una esistenza pienamente umana e autenticamente cristiana”.

Dopo la preghiera dell’Angelus, il Papa ha ricordato l’accordo sul clima da molti definito storico firmato alla Conferenza di Parigi:

“La sua attuazione richiederà un corale impegno e una generosa dedizione da parte di ciascuno. Auspicando che venga garantita una particolare attenzione alle popolazioni più vulnerabili, esorto l’intera comunità internazionale a proseguire con sollecitudine il cammino intrapreso nel segno di una solidarietà che diventi sempre più fattiva”.

Ha poi ricordato che martedì prossimo a Nairobi inizierà la Conferenza Ministeriale dell’Organizzazione Internazionale del Commercio lanciando un appello a tenere conto dei Paesi più poveri. Quindi, si è riferito all’apertura delle Porte Sante nelle cattedrali di tutto il mondo e delle ‘Porte della Misericordia’ che si aprono nei luoghi di disagio e di emarginazione”:

“A questo proposito, saluto i detenuti delle carceri di tutto il mondo, specialmente quelli del carcere di Padova, che oggi sono uniti a noi, in questo momento, spiritualmente, per pregare e li ringrazio per il dono del concerto”.

Infine, ha salutato i membri del Movimento dei Focolari e di alcune comunità islamiche, presenti in Piazza San Pietro e riuniti oggi a Roma per un convegno sul dialogo interreligioso:

“Andate avanti, andate avanti con coraggio nel vostro percorso di dialogo e di fraternità, perché tutti siamo figli di Dio”.
(Da Radio Vaticana)

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5950 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.