8 dicembre 2016

Moda, arte e solidarietà al Christmas of Fashion 2015 Pro ANT Onlus e la prevenzione dei tumori

Alta moda, arte, solidarietà ed un parterre di ospiti illustri hanno animato la quinta edizione del ‘Christmas of Fashion’ organizzato dalla stilista e designer Eleonora Altamore, sabato 12 dicembre 2015 nella suggestiva location ‘Dimora l’Amuri è…’. Un Charity Event per una grande raccolta fondi in sostegno della Fondazione ANT Italia Onlus impegnata a fornire assistenza specialistica domiciliare gratuita ai malati di tumore e a realizzare progetti di prevenzione oncologica.

Un evento cui ha fatto da richiamo la sfilata della collezione ‘Sofia, Donna Bizantina’ di Eleonora Altamore, impreziosita dell’esposizione di opere scultoreo-musive ‘Interno Bizantino’ e ‘Tagli dal Tempo’ dell’artista Patrizia Dalla Valle. Tanti gli illustri ospiti che hanno partecipato tra i quali la Marchesa Daniela del Sacco d’Aragona, l’attrice Adriana Russo, la cantante Aura D’Angelo, il cantante Marco Valerio Felici, la Principessa Conny Caracciolo, il Marchese Paolo Dragonetti De Torres, la Marchesa Nuvola Talamo, la Marchesa Cetty Lombardi.

Intervallata da momenti di moda, musica e danze la serata, presentata dal critico d’arte Enzo Dall’Ara, ha visto la partecipazione di Marco Marinaccio, medico palliativista della Fondazione ANT Italia Onlus, in rappresentanza della Dottoressa Carla Ferrone, coordinatrice sanitaria Ospedale Domiciliare Oncologico ANT di Roma che, ringraziando Eleonora Altamore per l’ospitalità, sottolineato l’importanza della prevenzione in campo oncologico. “Oltre all’assistenza domiciliare per i pazienti affetti da tumore ed al loro supporto psicologico e quello dei loro familiari, l’ANT è impegnata anche nella prevenzione – ha spiegato il dottor Marinaccio – con incontri e formazione nelle scuole, per spiegare ai ragazzi il concetto di salute che passa per una corretta alimentazione e corretti stili di vita fatte di attività fisica e di controlli medici”. Un impegno costante per il quale, però, le Istituzioni coprono solo il 20% delle spese sostenute dalla Fondazione “per questo è fondamentale il contributo di tutti per continuare e per crescere ancora di più, soprattutto nella nostra regione grazie al 5 per mille, alle donazioni e ai fondi raccolti anche attraverso un evento come quello di questa sera!”.

“Eventi come questo sono spesso l’occasione per informare sull’importanza della prevenzione”, ha spiegato il Professor Giulio Ferranti, patologo e dermatologo esperto in tumori della pelle che ha ribadito l’importanza della diagnosi precoce: “In genere i tumori della pelle sono meno eclatanti- ha sottolineato l’esperto -. Si parla sempre di ‘melanoma’ ma in Italia i tumori ‘non-melanoma’ rappresentano il 20% di tutti i tipi di neoplasie e sono 10 volte più frequenti rispetto al melanoma stesso con un’incidenza annuale tra i 140 casi ogni 100mila abitanti”. La prevenzione, dunque, gioca un ruolo fondamentale: “In questo caso – ha precisato il professor Ferranti – si può intervenire nella diagnosi precoce attraverso l’epiluminescenza, un esame diagnostico non invasivo tecnica che si avvale strumenti ottici che permettono di riconoscere e diagnosticare precocemente melanomi o altri tumori della pelle”.

Durante la serata, allietata dalla suadente voce del cantante Marco Valerio felici, gli ospiti sono stati condotti in un viaggio nel tempo con la collezione ‘Sofia, Donna Bizantina’: splendidi abiti dalle tessiture a base aurea, impreziositi da cristalli colorati a richiamare gli antichi mosaici della cupola di Santa Sofia di Costantinopoli. Antiche madonne che prendono le luminose sembianze dell’imperatrice bizantina Teodora.
Un défilé cui hanno fatto eco le straordinarie opere scultoreo-musive di Patrizia Dalla Valle, ‘Interno Bizantino’ e ‘Tagli dal tempo’. “Due progetti consecutivi nel tempo – ha detto il critico d’arte Enzo Dall’Ara -. Il primo dedicato all’impero di Ravenna e Costantinopoli, a rappresentare l’arte musiva in queste due città nel periodo V-VI secolo dopo Cristo. Opere realizzate con tessere auree, argentee o in platino proprio perché ispirate alla luminosità cromatica questo Impero”. “E poi le opere in tessere di marmo di ‘Tagli dal tempo’. Opere suddivise in tracce, sedimenti e fenditure che interpretano l’esistenza dell’uomo che nel suo divenire lascia tracce e sedimenta esperienze a volte segnate da momenti di lacerazione”. “E per questo loro carattere intimo e riflessivo – ha concluso Dall’Ara – le opere ‘Tagli dal tempo’ sono cromaticamente meno luminose, lasciando spazio invece a sfumature in chiaro-scuro”.

Testimonial della serata Nadia Bengala, splendida bellezza siciliana ed ex Miss Italia, che ha vestito il ruolo dell’Imperatrice Teodora, indossando la creazione di punta della collezione ‘Sofia donna Bizantina’: un abito nero lungo con gonna in tulle, arricchito da un trionfo di pietre preziose cucite una ad una sul bustino che riprende la forma della luccicante corona sul capo. Durante la serata tutti gli ospiti hanno potuto gustare una deliziosa cena offerta da Civico 19 Catering accompagnata dagli ottimi vini offerti dalla società Eatipici, specializzata nella promozione e nella valorizzazioni dei prodotti tipici.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.