5 dicembre 2016

Migliore, PD: “La vittoria del Front National è preoccupante ma l’Italia grazie al PD non rischia la deriva populista”

Gennaro Migliore, deputato del PD, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano” condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Parlamento in vacanza. “E’ una stupidaggine che siamo in vacanza per 10 giorni –ha affermato Migliore-. Io sono attivo in commissione da questa mattina. Solo per precisare, visto che sono state scritte sciocchezze”.

Elezioni Francia. “L’affermazione di partiti politici che propongono la disgregazione dell’Europa la considero molto pericolosa –ha spiegato Migliore-. Quanto alla Francia, è una storia nata da molto tempo. LePen padre andò al ballottaggio con Chirac. Si tratta delle difficoltà del partito socialista francese a corrispondere alle aspettative quando si trova al governo. Penso che la democrazia viene prima di tutto, anche quando le scelte degli elettori sono preoccupanti, come l’investitura di Marine Le Pen. Non abbiamo questo problema nell’immediato, nonostante i movimenti populisti come Lega e 5 Stelle, perché il nostro governo si è attivato per dare risposte concrete alle esigenze del Paese. Il Pd italiano, proprio nel momento in cui aumentavano i voti delle forze populiste in Europa, è riuscito a doppiare i voti del M5S. Il messaggio della Le Pen era contro le elite. Il problema della sinistra in Europa è quella di non apparire difensore di privilegi e diritti acquisiti, bisogna dare una risposta nuova ad emergenze completamente diverse. Non bisogna perdere il legame con giovani generazioni che o non vanno a votare o votano forze populiste. Dobbiamo ritornare nelle periferie, per questo 500 milioni per il rammendo delle periferie significa fare un intervento che ha un carattere di ricucitura della società”.

Salvini. “Salvini proverà a cavalcare la vittoria del Front National –ha detto Migliore-. Ma quelli che festeggiano la vittoria in trasferta, poi in casa perdono sempre”.

Fonte: Radio Cusano Campus