10 dicembre 2016

Calcio – Seire A, Sarri: “Una sconfitta che ci deve servire per crescere”

Il tecnico azzurro: calo prevedibile, ci manca maturità, dobbiamo tornare a curare i dettagli

“E’ una sconfitta amara ma che può aiutarci per crescere”. Maurizio Sarri cerca la cura omeopatica in questo primo stop del Napoli al Dall’Ara dopo tre mesi stupendi corredati da 18 risutati utili consecutivi. Il tecnico azzurro analizza il match con lucidità ed equilibrio:

“Purtroppo c’era il rischio di arrivare scarichi mentalmente a questa gara, e il timore si è rivelato realtà perchè probabilmente questa partita l’avremmo vinta 20 giorni fa. Venivamo da una sfida contro l’Inter che ci ha succhiato energie e dovevamo ricaricare le batterie. Purtroppo oggi siamo stati penalizzati dagli episodi ma in assoluto abbiamo concesso troppo al Bologna”.

“Siamo stati attentissimi e concentrati per tanto tempo in questi mesi ed era prevedibile un calo di tensione, l’aspetto che oggi è mancato è stato l’approccio difensivo che sinora avevamo avuto. Per la prima volta abbiamo preso un gol da calcio da fermo ed è stato un errore di posizionamento, bisogna attaccare con più decisione la palla in area ed anche in allenemento lo ripeto spesso ai ragazzi”.

“Detto questo abbiamo sbagliato a dare la partita persa troppo presto perchè a noi bastano dieci minuti per rimettere la gara in piedi. Oggi lo abbiamo dimostrato ma ci siamo destati troppo tardi. Potevamo far gol anche nel primo tempo e lì sarebbe cambiato il match”.

“La sconfitta fa male, ma non ci cambia niente. Anzi, perdere dopo tanto tempo può aiutare e far riflettere su ciò che dobbiamo fare. Dobbiamo tornare a curare i dettagli e guardare le cose con maggiore realismo. La classifica la leggete voi, gli obiettivi li dettate voi, noi siamo saldamente piantati al terreno e conosciamo le nostre potenzialità così come sappiamo dove si deve migliorare. Ci manca certamente maturità e per crescere bisogna lavorare sotto ogni profilo. Ripeto: perdere può aiutarci a mettere maggiore attenzione e cura nei dettagli per riprendere subito la strada”

Fonte:sscnapoli.it

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.