8 dicembre 2016

Italiani poco fiduciosi nei partiti, nell’Ue e nel Governo. Lo conferma un rapporto del Censis

Foto Mauro Scrobogna /LaPresse 26-06-2012 Roma Politica Camera - informativa del Governo sulla morte del carabiniere Manuele Braj ucciso in Afghanistan Nella foto: aula semivuota Photo Mauro Scrobogna /LaPresse 26-06-2012 Rome Politics Chamber of Deputies - Government report on Manuele Braj, italian carabiniere killed in Afghanistan In the picture: quite empty emicycle

“Politica e societa’ sono ancora fuori sincrono. Quanto piu’ lo Stato non rappresenta un baluardo sicuro per gli individui rispetto alle minacce al loro benessere, tanto piu’ la Politica deve farsi performance: deve tagliare con il passato ed essere percepita come veloce, efficace, risolutiva. Ma resta un deficit di fiducia nei cittadini. La globalizzazione continua a dividere gli italiani: conserva un valore positivo solo per il 39%, il 47% ne da’ invece un giudizio negativo, il 14% e’ incerto”. E’ quanto si legge nel 49 rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese/2015.

“Sul libero mercato gli italiani esprimono un consenso largo- si legge- il 66% ne da’ un giudizio positivo, solo il 25% si mostra critico, il 9% non ha un’opinione in proposito. Ma allo stesso tempo il 39% considera positivamente il protezionismo, contro il 46% che esprime una valutazione negativa e il 15% di dubbiosi. Solo il 23% degli italiani ritiene che l’Ue tenga opportunamente conto dei nostri interessi nazionali (contro una media europea, riferita ai rispettivi interessi nazionali dei diversi Paesi membri, pari al 40%), mentre due terzi (il 67%) sono convinti del contrario”.

“Gli italiani si distinguono per un livello di fiducia accordato alle diverse istituzioni politiche piu’ basso di quello espresso dai concittadini europei- conclude il Censis- solo quote minime hanno fiducia nei partiti politici (9%), nel Governo (16%), nel Parlamento nazionale (17%), e la percentuale di quanti ripongono fiducia nell’operato delle autorita’ regionali e locali (il 22%) e’ meno della meta’ di quanto si riscontra in media nel resto del continente (47%). Bassi anche i giudizi di fiducia su Commissione europea (39%) e Bce (35%)”.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.