10 dicembre 2016

Piombino in sciopero. Fratoianni: Impegni azienda non rispettati. E Renzi un’anno fa diceva Il bello deve ancora arrivare…”

”Sono contento perché la siderurgia è settore decisivo per il futuro del Paese. Abbiamo firmato per Piombino e il bello deve ancora venire”. Sono parole del premier Renzi di 360 giorni fa dopo l’accordo con il gruppo algerino Cevital per le acciaierie ex Lucchini-Severstal. E invece il bello non è ancora arrivato. Anzi.

Lo afferma l’on. Nicola Fratoianni, di Sinistra Italiana, nel giorno in cui a Piombino c’è stato lo sciopero unitario dei lavoratori del comparto siderurgico.

«Siamo preoccupati per la situazione che non vede ancora passi in avanti nel rilancio dello stabilimento toscano – prosegue il coordinatore nazionale di Sel – e siamo vicini in queste ai lavoratori, alle loro famiglie e all’intera città di Piombino. Ora il governo si assuma chiaramente il compito di far rispettare all’azienda gli impegni assunti, non è più il tempo delle belle parole ma dei fatti».

«Da parte nostra in Parlamento – conclude Fratoianni – ci impegnamo a non far venir meno l’attenzione delle Istituzioni su questa vicenda. Forse è arrivato anche il momento che Palazzo Chigi direttamente riprenda in mano la questione, il governo non può essere spettatore».

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.