4 dicembre 2016

Grottaferrata – Lunedì 30 novembre inaugurata in Parco San Nilo la prima Casa dell’acqua gratuita di Acea

Sciolto il nastro del nasone hi-tech alla presenza del Sindaco FONTANA, dell’Assessore ai LL.PP. RUBINI, della Consigliera STIRPE e di Giorgio MARTINO, Responsabile della Pianificazione e Programmazione Investimenti di ACEA Ato2. 

A partire da lunedì 30 novembre 2015 Grottaferrata ha la sua prima Casa dell’Acqua, erogatore gratuito di acqua naturale e frizzante dal semplice bicchiere fino alla bottiglia da 1,5 l., installato dalla Società Acea Ato2 nell’area parcheggio di parco San Nilo adiacente al mercato coperto. Si tratta della quinta installazione nei Castelli Romani e la nona nella Provincia di Roma.

La cerimonia di inaugurazione è avvenuta nella tarda mattinata di ieri, dove sono intervenuti al microfono il Sindaco Giampiero FONTANA, l’Assessore ai Lavori Pubblici Paolo RUBINI, la Consigliera comunale Chiara STIRPE ed il Responsabile della Pianificazione e Programmazione Investimenti ACEA Ato2, Giorgio MARTINO, alla presenza anche degli Assessori PASSINI, CONSOLI, DE SANCTIS e PALOZZI e dei Consiglieri comunali TOCCI, PIZZICANNELLA, CURCIO e ROSCINI, nonché delle Autorità militari della Città. Significativa la presenza di diverse classi della Scuola Primaria degli Istituti Comprensivi “Giovanni Falcone” e “S. Nilo” e della Scuola “Angelo Braschi” di Grottaferrata, accompagnati dai loro Docenti e Dirigenti scolastici. Gli Allievi hanno lanciato in aria i palloncini azzurri distribuiti per l’occasione, preparato alcuni cartelloni sul tema, ed una piccola rappresentanza di ogni Istituto ha preso la parola al microfono per lanciare dei profondi ed importanti messaggi sul bene prezioso che è l’acqua.

Dopo gli interventi istituzionali vi è stato lo scioglimento del nastro del nasone hi-tech, a cui è seguito il cosiddetto “brindisi con l’acqua” da parte di tutti i partecipanti. Per tutta la mattinata i rappresentanti di Acea hanno distribuito depliants informativi in merito all’uso dell’erogatore, il quale dispone a lato anche di diverse prese Usb per la ricarica di dispositivi quali smartphone e tablet, ed attraverso uno schermo fornirà a breve informazioni di tipo generale sulla Città (meteo, news ecc.).

Dopo i ringraziamenti di rito, in cui sono stati inseriti l’Assessorato ai Lavori pubblici, gli uffici comunali, i Consiglieri di maggioranza e l’Associazione “Il Faro”, promotrice dell’iniziativa, il Sindaco FONTANA ha illustrato le funzionalità del nasone hi-tech ed ha poi aggiunto: “Secondo le stime di Acea, grazie all’uso dell’erogatore, una famiglia tipo può risparmiare un minimo di 130 euro in un anno rispetto all’abitudinario acquisto di acqua minerale. Non solo, si prevede anche un risparmio di circa 1800 tonnellate di bottiglie di plastica, che corrispondono a 5mila tonnellate di CO2 in meno emesse nell’atmosfera. Grazie alla Casa dell’Acqua di Acea, anche la nostra Città contribuisce al miglioramento della tutela ambientale, consentendo altresì un significativo risparmio per le famiglie, stimolate così ad un consumo consapevole e responsabile.”

“L’occasione di oggi – ha concluso il Sindaco – è propizia anche al fine di rafforzare ancor di più le sinergie e la collaborazione dell’Amministrazione con Acea nell’ambito del programma di investimenti e degli interventi di manutenzione, sempre più necessari alla luce delle ripetute perdite idriche occorse sul territorio.” 

“Sono intervenuto nella parte finale dell’iter burocratico già avviato di realizzazione dell’installazione della Casa dell’Acqua, cercando di fluidificare e semplificare i passaggi ultimi dei permessi e delle autorizzazioni – ha affermato l’Assessore Paolo RUBINI – Questo è un progetto in cui l’Amministrazione comunale non mette le mani nelle tasche dei Cittadini, anzi favorisce l’erogazione di servizio che permette anche l’aumento della loro capacità di spesa. 

L’installazione della Casa dell’Acqua non comporta dei costi aggiuntivi per i Cittadini – ha ribadito la Consigliera comunale Chiara STIRPE – E’ un’iniziativa promossa dall’Associazione “Il Faro” e sostenuta da tutta la maggioranza che oggi viene portata a compimento. In materia di ambiente, la nostra Amministrazione si è posta l’obiettivo anche di realizzare il Piano di azione per l’energia sostenibile, in cui trova spazio l’adesione alla campagna “Mi illumino di meno”, in programmazione nel febbraio del 2016 e proposta dai consiglieri di opposizione Consoli e Maoli.” 

“Acea è sensibile al tema della salvaguardia dell’ambiente – ha sottolineato l’ing. Giorgio MARTINO – La realizzazione di queste centraline permettono un considerevole contenimento della produzione di contenitori di plastica e quindi di un decremento dell’inquinamento ambientale. Acea è attenta anche alla qualità: l’acqua che proviene da quest’erogatore è totalmente sicura, grazie ai costanti e assidui controlli dei nostri manutentori, che riguardano naturalmente anche l’erogazione nelle abitazioni.”

L’inaugurazione, che segue il già annunciato Piano d’installazione delle Case dell’Acqua Acea, moderni nasoni hi-tech ubicati entro il 2016 in numero di 100 tra il Comune di Roma, 60, e la sua Provincia, 40, Le Case già installate a Roma e Provincia, con questa, sono arrivate a 21 e stanno riscuotendo un considerevole gradimento da parte dei cittadini romani, con un consumo medio d’acqua di circa 1000 litri al giorno, di cui il 71% frizzante. Le Case dell’Acqua funzionanti hanno già erogato, ad oggi, oltre 2 milioni circa di litri di acqua.

About Samantha Lombardi 4007 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it